TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Cargo aereo in forte discesa in Asia

E-mail Stampa PDF

Le rilevazioni sul trasporto aereo delle merci globale della Iata di giugno 2019 mostrano una flessione del 4,8%, mostrando così l'ottavo mese consecutivo di calo, con le percentuali più elevate nell'Asia Pacifico e nel Medio Oriente.


Aereo tempesta Fotolia 198103339 XSProsegue la discesa del cargo aereo globale, che a giugno 2019 ha segnato l'ottavo mese consecutivo e una percentuale del 4,8% misurata in termini di tonnellate per chilometri. "Il commercio globale continua a soffrire a causa delle tensioni commerciali, in particolare tra Stati Uniti e Cina", spiega il direttore generale e Ceo della Iata, Alexandre de Juniac. "Di conseguenza, i mercati del trasporto aereo di merci continuano a contrarsi. Nessuno vince una guerra commerciale. Le frontiere aperte al commercio diffondono una prosperità sostenuta. È su questo che i nostri leader politici devono concentrarsi". A livello regionale il calo è generalizzato con l'eccezione dell'Africa, che è l'unico mercato in positivo. La flessione maggiore si rileva in Asia, un'area che alla vigilia della crisi mostrava le prestazioni migliori.
Le compagnie dell'Asia Pacifico rilevano a giugno 2019 un calo di traffico del 5,4% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, a causa soprattutto (ma non solo) della guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti. Ma ancora peggiore è la situazione del Medio Oriente, che prima mostrava crescita a doppia cifra e che a giugno segna invece un calo del 7%, con volumi particolarmente deboli verso Europa (-7,2%) e Asia Pacifico (-6,5%). Soffre anche l'area occidentale, con l'America del Nord che segna una flessione del 4,6% (anche in questo caso a causa soprattutto della guerra commerciale con la Cina) e l'Europa che scende del 3,6%. Nel caso europeo si ripercuote l'indebolimento delle esportazioni tedesche.
Minore è la flessione delle compagnie aeree dell'America Latina, che scendono solo dell'uno percento. Secondo la Iata, gran parte di questo calo è dovuto all'indebolimento delle economie di Argentina e Brasile, dove la flessione ha raggiunto il 6,5%. Come abbiamo anticipato, crescono i vettori africani, con una percentuale del 3,8%, mostrando i migliori risultati per il quarto mese consecutivo. In particolare cresce la rotta con l'Asia, che mostra un aumento del 12%.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 725

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed