Array ( [0] => 27 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Camionista condannato per incidente di 22 anni fa


Ventidue anni per una condanna di quattro mesi. Questo è l'ennesimo paradosso della lentezza della Giustizia, che ha coinvolto un autista che nel 1997 ha investito a Montichiari una ciclista lungo la Statale Goitese, raccomandato dal quotidiano locale Bresciaoggi. La donna rimase in stato vegetativo fino alla sua morte, avvenuta nel 2011. Dopo la morte della donna, il camionista venne rinviato a giudizio e nel 2018 subì in primo grado una condanna a quattro mesi di carcere e la sospensione della patente di un anno. Quindi, l'autista presentò il ricorso in Appello, la cui decisione è arrivata il 23 ottobre, ossia ventidue anni dopo il fatto. I giudici hanno confermato la condanna al carcere, però hanno dimezzato la sospensione della patente a sei mesi. Nel frattempo, il camionista è andato in pensione e comunque la lieve entità della condanna non lo porterà in carcere.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’Europa riconosce le proroghe dei documenti di camion e autisti

    L’Europa riconosce le proroghe dei documenti di camion e autisti

    Il 20 maggio 2020, il Consiglio d’Europa ha definitivamente approvato il Regolamento che estende all’intera Unione Europea le proroghe attuate da alcuni Paesi sulle scadenze dei documenti degli autisti e le revisioni dei veicoli industriali. Rinvio anche delle tasse portuali.

Logistica

  • Confetra vuole più risorse per i porti

    Confetra vuole più risorse per i porti

    Commentando il Decreto Rilancio, il presidente di Confetra riconosce passi in avanti sulle agevolazioni fiscali, ma chiede maggiori risorse per i porti e un processo di semplificazione.

Mare