Primo piano

  • Camion nel mirino della criminalità

    Camion nel mirino della criminalità

    Il TT Club e Bsi hanno redatto un rapporto sui furti e le rapine nel trasporto e nella logistica in tutto il mondo. Per quanto riguarda l'Europa, la gran parte degli attacchi avviene nei confronti dei veicoli industriali.

Podcast K44

Normativa

Camionista condannato per incidente di 22 anni fa


Ventidue anni per una condanna di quattro mesi. Questo è l'ennesimo paradosso della lentezza della Giustizia, che ha coinvolto un autista che nel 1997 ha investito a Montichiari una ciclista lungo la Statale Goitese, raccomandato dal quotidiano locale Bresciaoggi. La donna rimase in stato vegetativo fino alla sua morte, avvenuta nel 2011. Dopo la morte della donna, il camionista venne rinviato a giudizio e nel 2018 subì in primo grado una condanna a quattro mesi di carcere e la sospensione della patente di un anno. Quindi, l'autista presentò il ricorso in Appello, la cui decisione è arrivata il 23 ottobre, ossia ventidue anni dopo il fatto. I giudici hanno confermato la condanna al carcere, però hanno dimezzato la sospensione della patente a sei mesi. Nel frattempo, il camionista è andato in pensione e comunque la lieve entità della condanna non lo porterà in carcere.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Autotrasporto

Logistica

  • Oaktree acquisisce il 40% di  MBE Worldwide

    Oaktree acquisisce il 40% di MBE Worldwide

    Il 19 febbraio 2020 è stato annunciato l’accordo che prevede l’acquisizione del 40% di MBE Worldwide da parte della società d’investimenti Oaktree Capital Management, tramite un progressivo aumento di capitale. Il controllo resta nella mani della famiglia Fiorelli.

Mare