Array ( [0] => 30 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Daimler e Volvo si alleano per il camion a idrogeno

Assemblaggio celle a combustibile in stabilimento Mercedes-Benz (Fonte: Daimler)

Gli enormi investimenti per progettare e realizzare i veicoli industriali a trazione elettrica e il rischio di una recessione economica innescata dalla pandemia di Covid-19, con relativa riduzione delle vendite, spingono i produttori ha siglare alleanze per sviluppare nuove tecnologie. Una che potrebbe diventare storica è quella annunciata il 21 aprile da Daimler Truck e Volvo Group per la progettazione, produzione e vendita di sistemi a celle combustibile, alimentati a idrogeno, per veicoli industriali. Le due società hanno firmato un accordo, che per ora è preliminare e non vincolante, per creare una joint-venture dedicata. Sarà una società indipendente e autonoma partecipata al 50% dalle due aziende. La firma dell’accordo definitivo è prevista entro la fine del 2020.

L’obiettivo della collaborazione è produrre entro la seconda metà di questo decennio veicoli industriali di serie per il lungo raggio alimentati a idrogeno, ma anche fornire applicazioni su altre tipologie di autoveicoli e per installazioni non automotive. Daimler Trucks ha già alcune attività per lo sviluppo di celle a combustibile, che riunirà in una nuova unità dedicata, che poi confluirà nella joint-venture.

Una parte di queste risorse è formata delle attività di Mercedes-Benz Fuel Cell GmbH, che ha una lunga esperienza nello sviluppo di celle a combustibile e sistemi di stoccaggio di idrogeno per varie applicazioni su veicoli e che ha sede a Nebern e impianti in Germania e Canada. Volvo Group porterà alla joint-venture risorse per 600 milioni di euro, in contanti e senza indebitamento.

“Unendo le forze si ridurranno i costi di sviluppo per entrambe le società e si accelererà l'introduzione sul mercato dei sistemi a celle a combustibile nei prodotti utilizzati per il trasporto pesante e per le applicazioni a lungo raggio”, spiega Daimler Trucks in una nota. “Nel contesto dell'attuale crisi economica la cooperazione è diventata ancora più necessaria per raggiungere gli obiettivi del Green Deal entro un periodo di tempo fattibile”.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Camion a due piazze causa multa all’autista

    Camion a due piazze causa multa all’autista

    La Polizia Locale di Lonato, Bedizzole e Calcinato ha fermato un autoarticolato dove viaggiava anche la fidanza dell’autista. Multa e ritiro del libretto di circolazione del camion.

Logistica

  • Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Dopo l’annuncio di un nuovo piano mirato a riconvertire aree portuali e retroportuali a depositi doganali per container e merci, il Gruppo Enel ha rivelato alcuni dettagli su quali saranno in concreto le idee e le ambizioni di Enel Logistics in questa nuova area di business.

Mare