Array ( [0] => 32 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

UE apre procedura infrazione su salario minimo in Germania


Le giustificazioni presentate dal Governo tedesco all'applicazione della legge sul salario minimo anche alle imprese di autotrasporto straniere che operano in Germania (anche solo per caricare o scaricare) non hanno convinto la Commissione Europea, così come non è bastata l'esenzione ai veicoli esteri di passaggio. Quindi, la Commissione Europea ha deciso d'avviare la procedura d'infrazione, che è stata comunicata alle Autorità tedesche attraverso una lettera formale. Questo è il primo passo della procedura d'infrazione.
La Commissione ritiene che applicare questa legge anche alle attività svolte dai vettori stranieri comporti una illegittima restrizione alla libertà di fornire servizi e al movimento delle merci all'interno della Comunità. In particolare, l'applicazione della norma al transito e alle attività connesse al trasporto internazionale non è ritenuta "giustificata" dalla Commissione, perché innalza barriere amministrative al funzionamento del mercato interno. La Commissione ritiene che per la protezione dei lavoratori e per garantire una concorrenza leale siano disponibili "misure proporzionate", che nello stesso tempo permettono la libera circolazione dei servizi e delle merci. Il prossimo passo tocca alle Autorità tedesche, che hanno due mesi per rispondere alle obiezioni della Commissione.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’Europa riforma l’autotrasporto internazionale

    L’Europa riforma l’autotrasporto internazionale

    La sera dell’8 luglio il Parlamento Europeo ha approvato definitivamente il Primo Pacchetto Mobilità, che cambia le regole sul riposo e il distacco degli autisti, il cabotaggio stradale, il cronotachigrafo e la costituzione di società di comodo all’estero. Un passo avanti contro il dumping sociale e la concorrenza sleale nell’autotrasporto.

Logistica

Mare