Array ( [0] => 32 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

L’autista deve proteggere la sua carta tachigrafica

L’autista può lasciare la sua carta tachigrafica nel cronotachigrafo digitale quando è terminato il suo periodo di guida giornaliero, tranne nel caso in cui il camion possa essere guidato da un collega. Lo chiarisce una circolare del ministero dell’Interno datata 3 luglio 2020, sulla base del paragrafo 2 dell’articolo 34 del Regolamento UE 165/2014. Questo articolo impone l’obbligo per l’autista di proteggere la sua carta tachigrafica e impedire che sia usata da un collega, ma non quello di rimuoverla quando ha terminato il suo periodo di guida giornaliero, sempre che il camion resti nella sua esclusiva disponibilità. Quindi, l’autista può lasciarla inserita anche quando svolge attività diverse dalla guida, come per esempio in quelle identificate come “altre mansioni”, “periodi di disponibilità”, “interruzioni di guida” e “periodi di riposo”.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

  • Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee

    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee

    Il progetto ADRIPASS ha lo scopo di migliorare l’accessibilità delle reti di trasporto europee con connessioni più efficienti dai porti dell’Adriatico all’entroterra e riducendo i tempi di attese alle frontiere dei Balcani. Ne parla una conferenza online il 2 dicembre.

Videocast K44

Autotrasporto

  • Tornano  costi minimi dell’autotrasporto

    Tornano costi minimi dell’autotrasporto

    Il 27 novembre 2020 il ministero dei Trasporti ha annunciato la pubblicazione del Decreto sui “costi indicativi di riferimento dell’attività di autotrasporto merci”.

Logistica

Mare

  • Porti liguri puntano sulla Svizzera dal 2024

    Porti liguri puntano sulla Svizzera dal 2024

    La connessione ferroviaria tra i porti di Genova e Savona e la Svizzera è stata la centro della terza edizione di “Un mare di Svizzera”. L’anno di svolta sarà il 2024 e PSA annuncia una filiale nella Confederazione Elvetica.