Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

Autotrasporto

    Retata al porto di Salerno con 69 arresti

    È una vera e propria retata quella attuata all’alba del 5 maggio da ben 250 Finanzieri e 17 funzionari delle Dogane, nell’ambito di un’indagine aperta dalla Procura di Salerno per numerosi reati compiuti nel porto di Salerno. Nelle prime ore della mattina, i militi hanno eseguito 69 ordinanze di custodia cautelare per numerosi reati, tra cui spiccano peculato, corruzione, favoreggiamento personale, falso, traffico di influenze illecite, accesso abusivo a sistemi informatici, ricettazione, contrabbando e traffico internazionale di rifiuti.

    L’operazione soprannominata Tortuga coinvolge enti pubblici e società private e, in particolare, riguarda funzionari doganali, personale sanitario, spedizionieri e dipendenti di società operanti nel porto di Salerno. Secondo gli inquirenti, alcuni spedizionieri avrebbero corrotto alcuni funzionari delle Dogane del porto di Salerno, fino al punto di compilare in anticipo e senza controlli i documenti che hanno approvato le spedizioni. La corruzione sarebbe stata pagata anche con merce scaricata dai container in ingresso al porto.

    Aggiornamento delle 11.00: In una conferenza stampa della mattina del 5 maggio, gli inquirenti hanno fornito dettagli sull’operazione Tortuga. I Finanzieri hanno posto agli arresti domiciliari 39 persone, mentre per 21 persone hanno ricevuto un divieto di dimora e nove altre misure interdittive dall’esercizio negli uffici e delle professioni. Complessivamente sono indagate 87 persone e tra quelle coinvolte ci sono diciassette funzionari doganali, due avvocati, dieci privati, un dipendnete della Procura e un Finanziere. L’indagine è stata svolta per un anno e mezzo dalla pubblico ministero Elena Guarino e dal procuratore aggiunto Luigi Alberto Cannavale.

    Gli episodi contestati riguardano eventi banali, come l'asportazione di oggetti con poco valore dai container, sino al traffico internazionale di rifiuti e il contrabbando di sigarette. E proprio il contrabbando di tabacco ha dato origine all’indagine, sulla base di una segnalazione dell’Olaf, ossia l’ufficio europeo antifrode.

    Aggiornamento delle 12.00: in una nota, la Procura di Salerno precisa che l’inchiesta è iniziata per un traffico di contrabbando di cinque tonnellate di tabacco per narghilè che formalmente doveva transitare nel porto di Salerno per concludersi in Marocco, ma che in realtà è stato venduto in Italia con un’evasione di diritti doganali pari a un milione e duecentomila euro. L’inchiesta, che ha usato anche intercettazioni audio e video, ha coinvolto pure un direttore a interim e un vice-direttore delle Dogane di Salerno per “condotte omissive per eludere le investigazioni dirette ad accertare i potenziali responsabili delle fittizie registrazioni doganali”.

    Procedendo, gli inquirenti hanno scoperto altri fenomeni di corruzione relativi a finti controlli amministrativi e doganali, pagati sia in denaro, sia con altre utilità. Le riprese video hanno mostrato pure l'asportazione di piccole quantità di merce, anche di basso valore, dai container da parte di funzionari doganali, personale fitosanitario, spedizionieri, ausiliari doganalisti e dipendenti di società di facchinaggio.

    Nell’indagine è finito anche un traffico internazionale di rifiuti che ha coinvolto due spedizionieri e altre sette persone e che ha portato al sequestro di oltre 60 tonnellate di rifiuti, oltre mille pannelli fotovoltaici e altrettanti accumulatori di elettricità rubati, tutti stivati in container diretti in Africa. Infine, due avvocati e un dipendente del ministero della Giustizia sono accusati di essere entrati nei sistemi informatici della Procura per scaricare informazioni che riguardano l’indagine, nell’interesse dei funzionari doganali sotto inchiesta.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Sponsorizzato

K44 podcast, i due nuovi volti del Mercedes Actros

TECNICA

K44 podcast, i due nuovi volti del Mercedes Actros
Iveco sospende la produzione per carenza di componenti

TECNICA

Iveco sospende la produzione per carenza di componenti
Il videocast K44 esplora il nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Il videocast K44 esplora il nuovo Renault Trucks T
Fassi presenta la gru elettrica per camion

TECNICA

Fassi presenta la gru elettrica per camion
Il primo passo d’Iveco Group è il nuovo logo

TECNICA

Il primo passo d’Iveco Group è il nuovo logo
previous arrow
next arrow
L’idrogeno diventa realtà sui locomotori da manovra

LOGISTICA

L’idrogeno diventa realtà sui locomotori da manovra
Incendio distrugge la logistica di Sapa ad Airola

LOGISTICA

Incendio distrugge la logistica di Sapa ad Airola
Bimodale fiume-bici per le consegne a Lione

LOGISTICA

Bimodale fiume-bici per le consegne a Lione
Le cinque professioni più richieste nella logistica

LOGISTICA

Le cinque professioni più richieste nella logistica
Pronto software per verifica del Green Pass nelle aziende

LOGISTICA

Pronto software per verifica del Green Pass nelle aziende
previous arrow
next arrow
Gran Bretagna allenta i lacci del cabotaggio stradale

BREXIT

Gran Bretagna allenta i lacci del cabotaggio stradale
Italmondo crea sdoganamento in Belgio per trasporti in GB

BREXIT

Italmondo crea sdoganamento in Belgio per trasporti in GB
Peggiora la crisi logistica in Gran Bretagna

BREXIT

Peggiora la crisi logistica in Gran Bretagna
Albanesi si offrono gratis come camionisti in GB

BREXIT

Albanesi si offrono gratis come camionisti in GB
I militari guidano le autocisterne britanniche

BREXIT

I militari guidano le autocisterne britanniche
previous arrow
next arrow
Obbligo di Green Pass costerà all’autotrasporto 70 milioni

CAMIONSFERA

Obbligo di Green Pass costerà all’autotrasporto 70 milioni
Camionisti stranieri senza obbligo del Green Pass

CAMIONSFERA

Camionisti stranieri senza obbligo del Green Pass
Iveco sospende la produzione per carenza di componenti

CAMIONSFERA

Iveco sospende la produzione per carenza di componenti
La Germania sta reclutando autisti che lavorano in Italia?

CAMIONSFERA

La Germania sta reclutando autisti che lavorano in Italia?
Hupac conquista il controllo del terminal di Novara

CAMIONSFERA

Hupac conquista il controllo del terminal di Novara
Binario morto per la variante ferroviaria di Trento?

CAMIONSFERA

Binario morto per la variante ferroviaria di Trento?
Arrestato un rapinatore di camion ad Andria

CAMIONSFERA

Arrestato un rapinatore di camion ad Andria
Allarme sul Green Pass per il trasporto delle merci

CAMIONSFERA

Allarme sul Green Pass per il trasporto delle merci
Nuova ferrovia di Koper parte al rallentatore

CAMIONSFERA

Nuova ferrovia di Koper parte al rallentatore
Peggiora la crisi logistica in Gran Bretagna

CAMIONSFERA

Peggiora la crisi logistica in Gran Bretagna
Multa di 4500 euro per manomissione limitatore di velocità

CAMIONSFERA

Multa di 4500 euro per manomissione limitatore di velocità
Sequestrati 28 distributori di gasolio a Mantova

CAMIONSFERA

Sequestrati 28 distributori di gasolio a Mantova
Rinviata l’applicazione dei nuovi programmi per la Cqc

CAMIONSFERA

Rinviata l’applicazione dei nuovi programmi per la Cqc
K44 podcast, come cambierà il pedaggio europeo

CAMIONSFERA

K44 podcast, come cambierà il pedaggio europeo
Polstrada contro le frodi ai pedaggi in Friuli VG

CAMIONSFERA

Polstrada contro le frodi ai pedaggi in Friuli VG
previous arrow
next arrow