Array ( [0] => 10 )

Primo piano

  • Virgin Atlantic Cargo atterra alla Malpensa

    Virgin Atlantic Cargo atterra alla Malpensa

    Virgin Atlantic Cargo avvierà da settembre 2020 due servizi settimanali tra l’aeroporto di Londra Heathrow e quello di Milano Malpensa con capacità di cinquanta tonnellate per ogni volo.

Podcast K44

Normativa

Processo per 32 imputati dell’incendio sul traghetto Norman Atlantic

Oltre cinque anni dopo il violento incendio che avvolse il traghetto Norman Atlantic, inizierà il 26 febbraio 2020 il processo che dovrà definire le responsabilità della morte di trentuno persone, sui 443 passeggeri e 56 membri dell'equipaggio, oltre a sei clandestini (almeno quelli finora censiti). Le fiamme scaturirono nei garage della nave mentre navigava al largo dell’Albania nel mare in tempesta e i soccorsi impiegarono diverse ore per evacuare il traghetto. L’inchiesta è stata molto lunga, soprattutto per svolgere le perizie sul relitto ancorato nel porto di Bari per oltre quattro anni e ha portato ai trentuno rinvii a giudizio per diverse reati, tra cui omicidio colposo plurimo aggravato, naufragio e la violazione del codice della navigazione. Questi due ultimi reati saranno prescritti se entro giugno 2022 il Tribunale di Bari non pronuncerà la sentenza di primo grado.

Tra gli imputati ci sono il comandante della nave, ventisei membri dell'equipaggio e i responsabili delle società Visemar, proprietaria del traghetto, e Anek Line, che lo usava tramite noleggio. Si prevede comunque un processo complesso, perché sono coinvolti, oltre agli imputati e ai loro difensori, anche duecento parti offese e centinaia di testimoni. La ricostruzione della Procura afferma che le fiamme partirono dall’impianto refrigerante di un veicolo industriale lasciato acceso durante la navigazione e andato in surriscaldamento perché le prese elettriche nel garage non erano sufficienti ad alimentare tutti i camion frigo imbarcati. Poi le fiamme si sono propagate a causa della negligenza di alcuni membri dell’equipaggio e del malfunzionamento dell’impianto antincendio.

Delle vittime, undici sono morte di assideramento perché cadute in mare, diciannove sono disperse (tra cui diversi autisti di veicoli industriali greci e italiani) e una trovata carbonizzata nel garage. Quest’ultima era un giovane di 19 anni imbarcatosi clandestinamente sulla nave. Il processo inizierà con la testimonianza delle parti offese a bordo del traghetto. Nel novembre del 2019 il Norman Atlantic è tornato d’attualità perché la Corte di Cassazione ha accolto il ricorso della Procura di Bari contro il dissequestro del relitto, stabilito in aprile dal giudice delle indagini preliminari su richiesta dei difensori della società proprietaria della nave. Un provvedimento tardivo, perché il Norman Atlantic non esiste più dall'estate, quando è stato rottamato in Turchia.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Inizia dalla Sicilia la distribuzione diretta di Amazon

    Inizia dalla Sicilia la distribuzione diretta di Amazon

    Amazon ha iniziato a consegnare i furgoni a sei imprese di autotrasporto siciliane, che svolgeranno la distribuzione nell’ultimo miglio direttamente per il colosso del commercio elettronico. Un programma pilota che potrebbe espandersi in Italia.

Logistica

Mare

  • Violento incendio nell’area portuale di Ancona

    Violento incendio nell’area portuale di Ancona

    Nella notte del 15 settembre è scoppiato un violento incendio all’interno dell’area portuale di Ancona ex Tubimar, in una zona dove ci sono soprattutto capannoni d’industrie. Distrutti edifici e camion parcheggiati vicino alle banchine, ma non ci sarebbero vittime.