Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

Il Voltri terminal Europa vuole un retroporto


Il terminal container Psa di Voltri Prà è interessato a gestire un terminal retroportuale in sinergia con le proprie banchine genovesi. Lo ha annunciato l'amministratore delegato del Voltri Terminal Europa, Gilberto Danesi, che a precisa domanda in proposito ha risposto: "Siamo disponibili a gestire aree retroportuali se ce lo chiedessero. Il Gruppo Psa in Cina e in Canada opera già degli inland terminal molto importanti". Pochi mesi fa anche Giulio Schenone, vertice del terminal Sech controllato dai fondi Infravia e Infracapital attraverso GIP, aveva preannunciato un probabile investimento nella retroportualità.
Mettendo in fila un po' di indizi disponibili, la rosa dei retroporti interessanti per Psa si riduce a pochi candidati. Secondo indiscrezioni, in cima alla lista delle preferenze ci sarebbe il terminal intermodale di Rivalta Scrivia, dall'anno scorso ribattezzato Rail Hub Europe e oggi controllato al 100% dal Gruppo Gavio attraverso la Autosped G. Non a caso, forse, il Vte da poco tempo ha affidato a Giovanni Gommellini, ex direttore generale proprio di Rivalta Terminal Europa, lo sviluppo di nuove relazioni intermodali verso nord. Da non dimenticare, inoltre, che da dicembre 2109 (salvo ritardi) il terminal di Prà avrà il suo agognato doppio binario e questo gli consentirà di puntare ancora di più sul trasporto ferroviario.
Da inizio ottobre è confermata la partenza del treno con Basilea che avrà frequenza trisettimanale e vedrà il terminalista genovese per la prima volta entrare sul mercato come Mto (multimodal transport operator). Un altro indizio che Rivalta possa essere il nuovo retroporto del Vte è dato dal fatto che già in passato sono state sperimentate soluzioni di trasporto ferroviario fra il terminal alessandrino e le banchine di Genova Prà. Oltre a questo candidato potrebbero però esserci in ballo le altre due soluzioni a cui stava lavorando anche Spediporto, vale a dire Ovada e Castellazzo Bormida. È probabile, infatti, che il nuovo retroporto per il Vte rientri nel più ampio progetto cui stanno lavorando da mesi l'associazione degli spedizionieri genovesi e, in qualche modo, pure Uirnet.
In occasione della presentazione delle ventuno nuove gru di piazzale Rtg elettriche acquistate dalla cinese Zpmc e appena sbarcate in piazzale, il numero uno del terminal container genovese si è sbilanciato sul volume di traffici previsto per l'intero 2018 dicendo che "probabilmente rimarrà stabile rispetto al 2017", mentre ha ancora una volta preannunciato che in futuro il terminal dovrà necessariamente puntare di più sull'automazione: "In Nord Europa è così e non possiamo rimanere indietro. Anche il nuovo terminal di Vado Ligure dal prossimo anno sarà semi-automatizzato".

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

  • Via libera agli incentivi per il trasporto fluviale

    Via libera agli incentivi per il trasporto fluviale

    Il sito web del ministero dei Trasporti ha pubblicato il Decreto del 29 ottobre 2020 che stabilisce incentivi per il trasporto delle merci su vie navigabili, per cui sono stati stanziati 12 milioni di euro in tre anni.

TECNICA

Gli Usa si preparano alla guida autonoma dei camion

TECNICA

UE finanzia con 20 milioni il camion autonomo

TECNICA

Uber vende la divisione sulla guida autonoma

TECNICA

Ford Trucks amplia la gamma dei camion in Italia

TECNICA

Appare il prototipo del Nikola Tre costruito in Europa
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Total ed Engie produrranno idrogeno da fonti rinnovabili in Francia

LOGISTICA

Grendi potenzia logistica e rotte per la Sardegna

LOGISTICA

La Brexit ostacola il trasporto espresso verso la Gran Bretagna

LOGISTICA

C’è poca logistica nella bozza di Recovery Plan

LOGISTICA

La Covid rinvia Transport logistic di Monaco al 2023
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit ostacola il trasporto espresso verso la Gran Bretagna

BREXIT

Primi problemi per l’autotrasporto dopo la Brexit

BREXIT

Aumentano i prezzi dell’autotrasporto per la Gran Bretagna

BREXIT

Prosegue l’obbligo del test Covid-19 da GB alla Francia

BREXIT

Prime multe ai camion a causa della Brexit
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Italia e Germania alleate contro i divieti dell’Austria

CAMIONSFERA

Il mercato dei veicoli industriali limita le perdite del 2020

CAMIONSFERA

Il britannico Consortium Purchasing ordina 2250 camion Scania

CAMIONSFERA

Sequestrato un panino al prosciutto a camionista proveniente da GB

CAMIONSFERA

Massicci investimenti delle ferrovie russe sull’asse Europa-Asia

CAMIONSFERA

Consegnati in Italia i primi nuovi Scania V8 da 770 CV

CAMIONSFERA

Prosegue l’obbligo del test Covid-19 da GB alla Francia

CAMIONSFERA

Il Salone del trasporto per l’edilizia è rinviato al 2023

CAMIONSFERA

Multa di 9700 euro in Danimarca per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Aspi estende chiusura caselli Genova fino a 11 gennaio

CAMIONSFERA

CNH tratta con la cinese FAW per la vendita d’Iveco

CAMIONSFERA

Camionisti indagati per segnalare posti blocco Polizia

CAMIONSFERA

Divieti di circolazione camion in Francia nel 2021

CAMIONSFERA

Autotrasportatore bulgaro prende multa di 27mila euro

CAMIONSFERA

Osservatorio Genova chiede Tavolo legalità sull’autotrasporto
previous arrow
next arrow
Slider