Array ( [0] => 24 )

Primo piano

  • Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Le rilevazioni della Iata sul trasporto aereo delle merci del 2019 mostrano che è stato il peggiore anno dal 2009, quando scoppiò la crisi macroeconomica da cui il settore è emerso lentamente. Un’eventuale ripresa quest’anno potrebbe essere ostacolata dall’epidemia di coronavirus.

Podcast K44

Normativa

Quindici camion trolley viaggeranno in Germania


Secondo passo in Germania verso l'elettrificazione delle autostrade: dopo avere installato la linea elettrica su cinque chilometri dell'autostrada A5, in Assia, il ministero federale dell'Ambiente ha completato la gara per acquistare i trattori stradali che la utilizzeranno. Ha vinto Scania, che fornirà quindici R450 equipaggiati con pantografo sviluppato da Siemens e montato sul telaio, dietro la cabina. Il primo veicolo sarà consegnato a maggio e tutti gli automezzi svolgeranno reali attività di trasporto. Oltre a fornire il camion, Scania ne seguirà la manutenzione e raccoglierà i dati della sperimentazione.
Entro la prossima estate verrà aperto un nuovo tratto di autostrada elettrificata, quello dell'A1 che conduce nel porto di Lubecca e all'inizio del 2020 dovrebbero iniziare i lavori per elettrificare un tratto della strada federale B462, nel Baden-Württemberg. Ricordiamo che anche il Italia è previsto un tratto elettrificato, sull'autostrada A35 Brebemi e pure in questo caso è coinvolta Scania.
Il Gruppo Volkswagen, che controlla il costruttore di autocarri svedese, sta conducendo una propria sperimentazione con un ibrido Scania R450, che il Volkswagen Group Research riceverà a febbraio, dopo la messa in servizio nella pista Siemens di Berlino, mentre un secondo esemplare sarà consegnato nel prossimo autunno. In una nota, Scania spiega che questo programma di ricerca "cercherà di analizzare e ottimizzare il sistema di propulsione, la gestione dell'energia, il sistema di trasmissione ibrida, l'invecchiamento della batteria e il sistema di raffreddamento di nuova generazione".
"A differenza dalle automobili, che rimangono parcheggiate e stazionarie la maggior parte del giorno, i veicoli industriali vengono utilizzati per molte ore in operazioni di trasporto e fermarsi per ricaricare può pregiudicare le attività. Le autostrade elettriche permettono una ricarica funzionale ed efficiente direttamente in viaggio. Questa soluzione risparmia anche le batterie e riduce il carico sulla rete elettrica,"dichiara Magnus Höglund, Head of Electric Road System, Scania.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    Questo episodio di K44 La voce del trasporto spiega che cosa si deve fare, che cosa non si deve fare e che cosa è consigliato fare nel caso un veicolo industriale sia coinvolto in un incidente di qualsiasi tipo.

Logistica

  • Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    La Guardia di Finanza di Parma ha sequestrato undici milioni di euro a due cooperative del Gruppo Taddei che operano nella logistica per evasione fiscale. Occupano quasi un migliaia di persone, tra soci e dipendenti.

Mare

  • Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Alla Camera è in corso la discussione su un emendamento al Decreto Rilancio che stabilisce con chiarezza l’impossibilità dell'autoproduzione nelle operazioni di rizzaggio e derizzaggio dei traghetti. E si scalda lo scontro tra armatori e sindacati.