Primo piano

  • Contship Italia punta sull’Egitto

    Contship Italia punta sull’Egitto

    La società terminalista ed Eurogate hanno firmato un accordo con l'Autorità portuale di Damietta per realizzare un nuovo terminal container, un retroporto e una ferrovia.  

Podcast K44

Normativa

Ecco gli aumenti delle autostrade del mare


Dall'inizio di gennaio 2020 gli autotrasportatori sono sul piede di guerra contro gli aumenti applicati da tutte le compagnie marittime sui traghetti a causa dell'obbligo di usare gasolio a basso tenore di zolfo o filtri sulle emissioni. Dopo i picchetti e i presidi nei porti di Sicilia e Sardegna del 7 gennaio, è iniziata una tregua che scadrà tra pochi giorni e le proteste potranno riprendere se il Governo non prenderà provvedimenti per limitare o annullare l'aumento dei costi del trasporto. Ma a quanto ammontano gli aumenti? Le compagnie hanno pubblicato la lista dei supplementi, che variano secondo le rotte ma sono simili tra le compagnie. Per esempio, per i traghetti destinati alla Sicilia, Grimaldi applica un supplemento da 6 a 9 euro per metri lineare, le stesse cifre di Gnv, che vale per unità piene o vuote e che non prevede l'applicazione degli sconti offerti sulle tariffe. In concreto, ciò significa un aumento da 82 a 124 euro per semirimorchio a viaggio.
Se per la Sicilia gli autotrasportatori possono scegliere di viaggiare su strada (tranne che per l'attraversamento dello Stretto di Messina, dove comunque gli aumenti incidono meno), per la Sardegna non ci sono alternative alla nave. In questo caso, il supplemento varia da 6 a 8 euro al metro lineare, quindi da 82 a 110 euro per semirimorchio. Ancora più salato può essere l'aumento nel caso delle rotte internazionali. Per Grecia e Spagna il supplemento mantiene valori simili all'Italia, ossia da 5 a 8 euro il metro nel primo caso e da 5 a 9 euro il metro nel secondo, ma per il nord Africa i prezzi aumentano fino a 14 euro il metro da Genova a Tangeri, ossia 192 euro per semirimorchio. Ciò vale per le compagnie italiane, mentre quelle straniere possono offrire valori diversi. Per esempio, Anek chiede un supplemento di 3 euro per metro tra la Grecia e Bari, che diventano 6,5 per Venezia e 7 per Ancona, a fronte di 5-8 euro chiesti da Grimaldi. Per la Tunisia, i supplementi delle compagnie tunisine sono stati stabiliti dall'Union Tunisienne de l'Industrie du Commerce et de l'Artisanat e prevedono un valore tra 160 e 180 auro per semirimorchio indipendentemente dalla rotta.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Autotrasporto

Logistica

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Mare

  • Fusione Psa-Sech a Genova rinviata all’Avvocatura di Stato

    Fusione Psa-Sech a Genova rinviata all’Avvocatura di Stato

    L'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale annuncia il rinvio all’Avvocatura di Stato del dossier sulla fusione tra i terminal container di Psa Pra’ e Sech, dopo non avere ricevuto una risposta dal ministero dei Trasporti.