Array ( [0] => 26 [1] => 12 )

Primo piano

  • Fedespedi contro l’oligopolio delle compagnie marittime

    Fedespedi contro l’oligopolio delle compagnie marittime

    La presidente di Fedespedi denuncia che la tempesta perfetta che si è abbattuta sul trasporto marittimo è nata prima della pandemia e deriva dall’esenzione della normativa antitrust per le alleanze tra compagnie marittime del container.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    I corridoi ferroviari internazionali restano senza commissari

    Non è detta ancora l’ultima parola, perché secondo il Governo la nomina dei 29 commissari straordinari per sbloccare 57 opere pubbliche decisa a metà aprile 2021 è solo una prima tornata. Il ministero competente, quello delle Infrastrutture, sta approfondendo altri dossier che quindi potrebbero essere integrati in un secondo momento. Ma ciò non toglie che dal primo elenco che ha come obiettivo quello di rimettere in cantiere interventi valutati in circa 83 miliardi di euro, non figurano molti dei corridoi ferroviari fondamentali per collegare l’Italia con l’Europa, essenziali soprattutto per potenziare il traffico merci.

    Partiamo dalle caselle vuote, con un caso che appare quasi un enigma. Sulla documentazione resa pubblica dal ministero delle Infrastrutture è ricompresa con un tratto di penna rossa la tratta nazionale della Torino-Lione, vale a dire la linea ferroviaria di accesso al tunnel di base del Moncenisio. Peccato però che nonostante la Torino-Bussoleno sia evidenziata, non figura assegnata ad alcun commissario. È molto difficile pensare a una dimenticanza, quanto alla mancata volontà politica di trovare un accordo su questo itinerario sul quale pesano ancora antichi veti.

    Dove invece non è previsto proprio nulla è nell’area lombarda e precisamente lungo i due corridoi internazionali verso la Svizzera, quello di Chiasso e quello del Sempione. Lasciamo pure da parte progetti visionari come la variante ferroviaria Beura-Iselle a sud del Sempione o l’ipotesi di nuovo tracciato internazionale a Luino e quindi fuori dalle competenze operative di un commissario, ma resta il fatto che non si è colta questa occasione per cercare di trovare una soluzione a due opere già identificate, con un iter avviato, anche se con un diverso grado di approvazione.

    La prima è il quadruplicamento, in pratica due binari aggiuntivi da collocare a fianco di quelli attuali, tra Rho e Gallarate, la seconda è il potenziamento della Monza-Chiasso a servizio del Gottardo. Nel primo caso siamo in mezzo a una battaglia a colpi di carte bollate su un progetto, fatto, rivisto e ripresentato che ha fatto lavorare solo i giudici amministrativi. Il contendere è intorno alla Via, perché originariamente era prevista la posa di un solo binario in più, al quale se ne è aggiunto un altro, e l’idea di snellire i tempi senza rifare tutto l’iter dall’inizio, ha avuto solo l’effetto opposto. Senza commissario si rischia di restare impantanati ancora a lungo.

    L’altro nodo è rappresentato dalla Monza-Chiasso, sul quale un progetto già ben delineato esiste, ma in questo caso lo stop arriva direttamente da Rfi che in sedi ufficiali ha fatto sapere come la linea attuale con i potenziamenti tecnologici in corso e previsti è sufficiente almeno fino al 2030. Ma questo orizzonte è tra meno di dieci anni.

    L’unico itinerario che è stato ricompreso nell’elenco governativo è la Verona-Fortezza, vale a dire la tratta di accesso a sud della ferrovia del Brennero. Che comunque parte già avvantaggiata in quanto il primo lotto, indicato come variante prioritaria tra Fortezza (all’imbocco sud del tunnel di base del Brennero) e Ponte Gardena è già stata appaltata e resta solo da perfezionare l’incarico all’impresa aggiudicataria. E anche su altre tratte, come le varianti di Bolzano e di Trento-Rovereto ci sono precisi accordi già sottoscritti con gli enti locali. Il corridoio del Brennero rappresenta dunque una strada già tracciata e l’eventuale opera del commissario straordinario può al massimo accelerare qualche decisione o superare intoppi contingenti.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion

    K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion

    Come saranno i camion che trasporteranno le merci nei prossimi anni? Una risposta univoca è difficile, ma tra le possibilità sta emergendo la trazione elettrica alimentata a idrogeno. Ne parliamo in questo episodio del podcast K44 con Luigi Serafini, Special Project Manager di Mercedes-Benz Trucks Italia.
K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion

TECNICA

K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion
Parte la produzione del Nikola Tre in Germania

TECNICA

Parte la produzione del Nikola Tre in Germania
L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022

TECNICA

L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022
Cresce la famiglia di locomotive più potenti per merci

TECNICA

Cresce la famiglia di locomotive più potenti per merci
Maxi carri ferroviari per i container tra Europa e Cina

TECNICA

Maxi carri ferroviari per i container tra Europa e Cina
previous arrow
next arrow
K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion

LOGISTICA

K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion
Torello aumenta la logistica a Bologna

LOGISTICA

Torello aumenta la logistica a Bologna
Come cambiano le professioni della logistica

LOGISTICA

Come cambiano le professioni della logistica
Parte la produzione del Nikola Tre in Germania

LOGISTICA

Parte la produzione del Nikola Tre in Germania
Primo accordo sindacale nazionale per Amazon

LOGISTICA

Primo accordo sindacale nazionale per Amazon
previous arrow
next arrow
Londra rinvia alcuni controlli doganali al 2022

BREXIT

Londra rinvia alcuni controlli doganali al 2022
Aumentano le retribuzioni dei camionisti britannici

BREXIT

Aumentano le retribuzioni dei camionisti britannici
In Gran Bretagna sovrapprezzi per carenza di autisti

BREXIT

In Gran Bretagna sovrapprezzi per carenza di autisti
Distributori a secco in GB per mancanza di autisti

BREXIT

Distributori a secco in GB per mancanza di autisti
Da ottobre passaporto per camionisti diretti in GB

BREXIT

Da ottobre passaporto per camionisti diretti in GB
previous arrow
next arrow
Novità del Decreto Infrastrutture per le Cqc estere

CAMIONSFERA

Novità del Decreto Infrastrutture per le Cqc estere
L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022

CAMIONSFERA

L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022
K44 videocast – carenza autisti, confronto tra GB e Italia

CAMIONSFERA

K44 videocast – carenza autisti, confronto tra GB e Italia
Torneranno in cantiere 300 lavoratori del Terzo Valico

CAMIONSFERA

Torneranno in cantiere 300 lavoratori del Terzo Valico
Mecar perde il suo amministratore delegato Gianandrea Ferrajoli

CAMIONSFERA

Mecar perde il suo amministratore delegato Gianandrea Ferrajoli
Podcast K44, i primi 125 anni del camion

CAMIONSFERA

Podcast K44, i primi 125 anni del camion
Patenti superiori gratis per disoccupati in Campania

CAMIONSFERA

Patenti superiori gratis per disoccupati in Campania
Londra semplificherà gli esami per la patente camion

CAMIONSFERA

Londra semplificherà gli esami per la patente camion
Ferrovia Parma-Suzzara si rinnova guardando al Brennero

CAMIONSFERA

Ferrovia Parma-Suzzara si rinnova guardando al Brennero
L’Europa richiama l’Italia per i ritardi della Torino-Lione

CAMIONSFERA

L’Europa richiama l’Italia per i ritardi della Torino-Lione
Camionista evita rapina con incendio sull’autostrada A16

CAMIONSFERA

Camionista evita rapina con incendio sull’autostrada A16
Supermulta da 18mila euro per guida senza carta tachigrafica

CAMIONSFERA

Supermulta da 18mila euro per guida senza carta tachigrafica
Austria rilancia sulla patente camion a 17 anni

CAMIONSFERA

Austria rilancia sulla patente camion a 17 anni
Tempi stretti e controversie, a rischio la nuova ferrovia a Trento

CAMIONSFERA

Tempi stretti e controversie, a rischio la nuova ferrovia a Trento
Tre condanne per crollo cavalcavia Annone

CAMIONSFERA

Tre condanne per crollo cavalcavia Annone
previous arrow
next arrow