Array ( [0] => 9 [1] => 12 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

Come l’Europa vuole cambiare l’eurovignetta per i camion

L’8 dicembre 2020 si è svolta in teleconferenza la riunione del Consiglio dei ministri europei che aveva diversi temi, tra cui la riforma dell’eurovignetta, ossia il pedaggio per i veicoli industriali destinato a pagare i costi dell’inquinamento. I ministri hanno raggiunto un accordo ma non unanime, perché l’Austria ha dichiarato la sua opposizione.

Dopo l’approvazione definitiva da parte dei ministri, salvo veti posti da qualche Paese, l’accordo dovrà essere approvato dal Parlamento Europeo e il testo definitivo diventerà una Direttiva, che a sua volta dovrà essere recepita dai singoli Stati. Insomma, potrebbe passare molto tempo prima dell’applicazione in tutta l’Unione (che comunque dovrà avvenire entro otto anni dall’entrata in vigore della Direttiva).

Presentando alla stampa la riforma, il ministro dei Trasporti tedesco Andreas Scheuer ha sottolineato che l’accordo permette una certa flessibilità agli Stati membri su come applicare la nuova eurovignetta, il cui costo si baserà non solo sulla distanza del percorso, ma anche sul tempo in cui sarà svolto. Inoltre, prenderà in considerazione anche il livello di emissioni di CO2 (mentre oggi ci si basa sulla classe Euro, ossia le emissioni di ossidi di azoto e di particolato), favorendo così i veicoli a emissioni zero, come quelli elettrici.

Rispetto all’attuale normativa, quella nuova abbassa il limite di applicazione dell’eurovignetta alla massa complessiva di 3,5 tonnellate. Però ogni Stato potrà concedere l’esenzione o riduzioni ai veicoli tra 3,5 e 7,5, ma solo alle piccole e medie imprese che svolgono trasporti particolari (come per esempio il conto proprio o consegne sul breve raggio). Il ministro Scheuer ha precisato che questa è una possibilità e non un obbligo.

Resta la libertà di ogni Stato di stabilire il valore dell’eurovignetta che comunque dovrà cambiare secondo le emissioni di CO2, con possibilità di esentare completamente, fin dal 2025, quelli a emissioni zero e ridurre il pedaggio fino al 75% per gli altri veicoli “virtuosi”, anche se non sono state precisate le tipologie di alimentazione. A tale proposito, durante la conferenza stampa è stato chiesto al ministro Scheuer se la Germania continuerà a esentare dal Maut i camion a gas naturale liquefatto, ma il ministro non ha rilasciato alcuna dichiarazione in proposito.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

  • Ram comunica importo per marebonus 2019

    Ram comunica importo per marebonus 2019

    La società Ram del ministero dei Trasporti ha comunicato l’importo relativo alla seconda annualità (2019) del contributo sul trasporto combinato strada-mare (marebonus).

TECNICA

Nuovi carrelli diesel e Gpl di Still

TECNICA

Gli Usa si preparano alla guida autonoma dei camion

TECNICA

UE finanzia con 20 milioni il camion autonomo

TECNICA

Uber vende la divisione sulla guida autonoma

TECNICA

Ford Trucks amplia la gamma dei camion in Italia
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Trasporto e logistica in sciopero il 29 gennaio

LOGISTICA

Ceva entra nella logistica globale dei vaccini Covid-19

LOGISTICA

Primo incontro nazionale tra sindacati e Amazon

LOGISTICA

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

LOGISTICA

Sciopero nazionale SiCobas di due giorni in FedEx TNT
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna

BREXIT

Aumentano le richieste di tampone Covid-19 da GB
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Nuove proroghe per patenti e CQC a luglio 2021

CAMIONSFERA

Perizia Tribunale scagiona camionista dell’incidente Zanardi

CAMIONSFERA

Tre camionisti morti in un incidente in Spagna

CAMIONSFERA

Multa di 79mila euro in Danimarca per tempi di guida

CAMIONSFERA

Chiesto processo per due camionisti per investimento su A2

CAMIONSFERA

K44 podcast: la grande trappola del Kent

CAMIONSFERA

Sindacati francesi mobilitano gli autisti di veicoli industriali

CAMIONSFERA

Scoperti 22 kg di cocaina su un camion bulgaro

CAMIONSFERA

Italia e Germania alleate contro i divieti dell’Austria

CAMIONSFERA

Il mercato dei veicoli industriali limita le perdite del 2020

CAMIONSFERA

Il britannico Consortium Purchasing ordina 2250 camion Scania

CAMIONSFERA

Sequestrato un panino al prosciutto a camionista proveniente da GB

CAMIONSFERA

Massicci investimenti delle ferrovie russe sull’asse Europa-Asia

CAMIONSFERA

Consegnati in Italia i primi nuovi Scania V8 da 770 CV

CAMIONSFERA

Prosegue l’obbligo del test Covid-19 da GB alla Francia
previous arrow
next arrow
Slider