Array ( [0] => 26 )

Primo piano

  • Come chiedere gli incentivi per acquisto camion nel 2020 e 2021

    Come chiedere gli incentivi per acquisto camion nel 2020 e 2021

    La Gazzetta Ufficiale numero 206 del 19 agosto 2020 ha pubblicato il Decreto del ministero dei Trasporti del 7 agosto 2020 che stabilisce tempi e modi per ottenere i contributi per l’acquisito di veicoli industriali a basso impatto ambientale e gli equipaggiamenti per il trasporto intermodale nel biennio 2020-2021.

Podcast K44

Normativa

Un locomotore per 10mila tonnellate in Cina

La Cina prova a battere tutti i record anche nel campo dei trasporti. L'ultimo esempio è rappresentato dal prototipo di una nuova locomotiva elettrica destinata alla trazione dei treni merci e pronta a stravincere qualunque confronto con quanto offre attualmente il mercato. La nuova macchina si chiama Shen-24 ed è stata sviluppata congiuntamente da Crrc Zhuzhou Locomotive, di fatto il principale costruttore mondiale di mezzi di trazione di proprietà statale insieme a China Energy Investment Corporation, una società mineraria ed energetica anch'essa di proprietà statale.

La Shen-24, in base a quanto si apprende, sviluppa una potenza di 28800 kilowatt e una forza di trazione di 2280 kilonewton. Per fare un confronto una Siemens Vectron ha una potenza oraria di 6400 kW (con 300 kN), mentre un esemplare della famiglia Traxx di Bombardier va da 4200 a 6400 kW. Imponente anche l'aspetto estetico in quanto la locomotiva risulta composta da sei sezioni per una lunghezza complessiva che supera i cento metri.

Ma è sul fronte delle prestazioni che non ha eguali: una singola unità è in grado di trainare un treno merci da 10mila tonnellate su una rampa del 12 per mille con una velocità massima di 120 chilometri orari. Oltre a essere molto potente, Shen-24 è stata sviluppata secondo i più moderni criteri dal punto di vista dei consumi energetici e della digitalizzazione. Un mezzo con queste caratteristiche non può non essere impiegato dove può esprimere il meglio di sé, vale a dire con i lunghi e pesanti treni merci tipici dei trasporti minerari. È destinata infatti a percorrere la linea ferroviaria tra Shenmu e Shuozhou nelle province ricche di carbone di Shaanxi e Shanxi nel cuore della Cina.

Occorre puntualizzare che treni minerari da 4000 e fino a 8000 tonnellate, benché eccezionali in Europa, sono la norma in Paesi come il Sudafrica, così come in Australia o nel continente americano, ma la differenza sostanziale sta nel fatto che trasporti merci così eccezionali richiedono sempre trazioni multiple, anche fino a cinque pesanti locomotori diesel nelle linee americane di norma non elettrificate. In questo caso invece la forza di trazione è condensata in un'unica macchina. Indispensabile l'impiego di carri minerari dotati di spartani ma robusti ganci semi-automatici per evitare la rottura degli accoppiatori.

Piermario Curti Sacchi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Inizia dalla Sicilia la distribuzione diretta di Amazon

    Inizia dalla Sicilia la distribuzione diretta di Amazon

    Amazon ha iniziato a consegnare i furgoni a sei imprese di autotrasporto siciliane, che svolgeranno la distribuzione nell’ultimo miglio direttamente per il colosso del commercio elettronico. Un programma pilota che potrebbe espandersi in Italia.

Logistica

Mare

  • Violento incendio nell’area portuale di Ancona

    Violento incendio nell’area portuale di Ancona

    Nella notte del 15 settembre è scoppiato un violento incendio all’interno dell’area portuale di Ancona ex Tubimar, in una zona dove ci sono soprattutto capannoni d’industrie. Distrutti edifici e camion parcheggiati vicino alle banchine, ma non ci sarebbero vittime.