Array ( [0] => 26 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Torino cerca il rilancio nel trasporto intermodale

    Quel triangolo industriale che si è imposto con forza nell’Italia nordoccidentale a partire dagli anni Sessanta del Novecento rischia di perdere, o forse lo ha già perso, uno dei suoi tre vertici rappresentato da Torino e dalla sua realtà economica. Questo è sicuramente vero per quanto riguarda il trasporto intermodale ferroviario. Il Piemonte occidentale soffre per la sua posizione geografica marginale, ma soprattutto per le prestazioni dell’infrastruttura ferroviaria sempre meno all’altezza dove l’ottocentesca linea del Frejus sottolinea uno dei suoi principali punti di debolezza nel momento in cui vengono potenziati molti altri corridoi. Ma c’è chi non si arrende e intende prospettare il riscatto.

    Sulla base di una richiesta della società Space Logistic, titolare tra l’altro di un treno intermodale da Torino a Cervignano, è nato il progetto Torino-Intermodale supportato da intermodale24-rail con il patrocinio di Assologistica e Assoferr e la partecipazione di tutti gli operatori presenti nel terminal di Torino Orbassano. Obiettivo è quello di risvegliare l’attenzione per il trasporto ferroviario delle merci in un’area come quella torinese che fino allo stop per l’emergenza sanitaria aveva manifestato qualche timido segnale, ma tutt’altro che consolidato, al di là della storica RoLa con la Francia.

    Si tratta di ampliare il mercato dei potenziali clienti soprattutto attraverso un’azione di comunicazione e informazione, da associare però a una semplificazione di norme e procedure operative insieme alla digitalizzazione dei processi. L’ampliamento del mercato passa principalmente attraverso la costruzione di un’offerta di trasporto per i semirimorchi “non gruabili” di varie tipologie, dai centinati, ai frigoriferi e alle cisterne. In pratica si tratta di permettere l’accesso al trasporto combinato di unità di carico non specializzate per facilitare il ricorso ai servizi intermodali anche alle aziende che finora sono rimaste ai margini.

    Il progetto Torino-Intermodale prevede di “costruire una proposta di servizio estesa a clienti non attrezzati utilizzando sistemi specifici disponibili sul mercato del trasporto intermodale per il carico di semirimorchi non gruabili”. I trasportatori non ancora attrezzati per l’intermodalità possono essere agevolati e incentivati rendendo disponibile un’offerta di noleggio di unità di carico e di telai stradali portacontainer con contratti anche di breve durata sul modello dell’autonoleggio.

    Il servizio, impostato sul terminal di Torino Orbassano, potrebbe da un lato raggiungere la Francia e quindi l’Europa occidentale, dall’altro la trasversale Torino-Trieste e la linea adriatica fino a Bari con profilo P400 adatto a trasporti intermodali senza limiti di sagoma. Fin qui il progetto, già avviato. La scommessa è quella di passare a breve dalla carta alla realtà, dalle slide ai treni.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Allarme per l’approvvigionamento dei pallet in legno

LOGISTICA

Supermulta da 773 milioni e denunce a quattro società per i rider

LOGISTICA

Sindacati interrompono negoziato su Ccnl Logistica e Trasporto

LOGISTICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

LOGISTICA

Samag acquisisce la filiale italiana di Blg Logistics Solutions
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico

CAMIONSFERA

Pagamento telematico del pedaggio in Marocco con DKV

CAMIONSFERA

Ispettorato Lavoro concede lavoro a chiamata per i camionisti

CAMIONSFERA

Controlli sull’autotrasporto Adr a Rimini trova 42 infrazioni
previous arrow
next arrow
Slider