Array ( [0] => 26 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

La Cina potrà ridurre finanziamenti per i treni verso l’Europa

Non è un mistero che l’avvio dei trasporti ferroviari di container tra Cina ed Europa è dovuto in buona parte ai contributi forniti da Pechino agli operatori, nell’ambito della strategia Belt and Road. Questo è un traffico che ha raggiunto nel 2019 i 350mila teu, secondo l’Unione internazionale delle ferrovie Uic, a fronte di un flusso totale di 24 milioni di teu. Ma già alla fine dello scorso anno, le Autorità cinesi avevano deciso di ridurre i contributi con una percentuale variabile dal 20% al 50%, creando preoccupazione tra gli operatori.

Poi la pandemia di Covid-19 ha aperto una parentesi, rilanciando il treno come alternativa soprattutto all’aereo, che soffre di carenza di stiva causata dal fermo di migliaia di aerei passeggeri e dall’aumento della domanda di trasporto di materiale sanitario.

Ma in prospettiva resta la preoccupazione della riduzione dei contributi cinesi, che renderebbe più costoso il treno rispetto alla nave, mentre il rallentamento dell’economia ridurrebbe la necessità di un viaggio più veloce. Per affrontare questa situazione, la Uic ha definito tre scenari fino al 2030, passando dai 450mila teu l’anno in quello più sfavorevole ai due milioni in quello favorevole, con uno scenario mediano di 872mila teu.

Ma per arrivare ai due milioni di teu bisogna trovare alternative ai finanziamenti cinesi. Una potrebbe essere il sostegno finanziario da parte degli stati attraversati dai treni, l’altra la riduzione dei costi tramite la digitalizzazione e l’automazione, accordi amministrativi e doganali.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Due camionisti scoperti con documenti falsi

    Due camionisti scoperti con documenti falsi

    Nel giro di pochi giorni la Polizia ha scoperto due autisti di veicoli industriali, a Brescia e a Novara, che viaggiavano con patenti e documento d’identità falsi. Un fenomeno di cui non si conoscono ancora i contorni, ma per pochi euro si può acquistare un documento online.

Logistica

  • Arriveranno in Europa i camion a idrogeno  Hyzon

    Arriveranno in Europa i camion a idrogeno Hyzon

    Con un tweet diffuso l’11 luglio, l'imprenditore olandese Max Holthausen ha annunciato la nascita della filiale europea del costruttore statunitensi di veicoli industriali elettrici alimentati a idrogeno Hyzon Motors. Produrrà camion a celle combustibili con cabina Daf.

Mare

  • La filiera del trasporto genovese punterà su Roma

    La filiera del trasporto genovese punterà su Roma

    Aumentano le adesioni al comitato Salviamo Genova e la Liguria, che riunisce le associazioni del trasporto merci che ruotano intorno allo scalo ligure e che il 22 luglio viaggeranno verso Roma per sollecitare soluzioni al caos viabilistico. Spediporto valuta danni per un miliardo di euro.