Array ( [0] => 26 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    In Francia primo treno merci in cooperativa nel 2021

    In teoria qualunque privato cittadino può aderire alla prima cooperativa che nel maggio 2021 dovrebbe alzare la paletta verde per il primo treno merci francese espressione del libero mercato. Questa nuova impresa si chiama Railcoop e nasce sotto la spinta delle liberalizzazioni ferroviarie volute dall’Unione europea che si completano a dicembre 2020. La formula cooperativa è innovativa perché aperta non solo ai soggetti economici, alle imprese o alle istituzioni locali, ma a chiunque intende investire risorse in questa che si preannuncia come una scommessa a dir poco coraggiosa (ma che, in base alla legge francese, tanto per cominciare offre il beneficio di una detrazione fiscale).

    Railcoop nasce con l’ambizione di venire incontro alla domanda di mobilità ferroviaria sviluppando un’offerta di trasporto innovativa adatta alle esigenze di tutte le regioni. Il piatto forte saranno i servizi passeggeri, ma per ragioni organizzative e normative, la cooperativa partirà subito con il trasporto merci, mentre i servizi locali sono previsti nel 2022. Railcoop intende inserirsi con un ruolo complementare rispetto al servizio pubblico, curerà una serie di relazioni liberamente organizzate e senza sovvenzioni statali. L’ambizione è quella di operare a 360 gradi con servizi di linea nazionali e internazionali, diurni e notturni, ma anche treni locali.

    Quale sarà la filosofia operativa, questa emerge chiaramente dall’annuncio su quello che si ipotizza come il primo servizio offerto, vale a dire relazioni commercialmente interessanti lungo itinerari trascurati dalle ferrovie nazionali Sncf, troppo “Parigi centriche”. La prima tratta servita sarà infatti il collegamento trasversale tra Bordeaux, la sesta area metropolitana francese, e Lione, la seconda metropoli del paese transalpino. Ormai da anni non esiste più un servizio diretto tra queste importanti realtà economiche e urbanistiche, di fatto penalizzate dalla programmazione nazionale. La Bordeaux-Lione sarà un po’ la cartina di tornasole per valutare la rispondenza del servizio e prevedere ulteriori sviluppi. Ma, come si diceva, si partirà in prima battuta con i treni merci nel maggio 2021. Il servizio non è ancora stato delineato nei dettagli ma quasi sicuramente si seguirà la stessa filosofia, quella di occupare nicchie di mercato che ora non trovano risposta da parte dell’ex monopolista ferroviario nazionale.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

  • La Cin Tirrenia rischia il fallimento

    La Cin Tirrenia rischia il fallimento

    Il Tribunale di Milano respinge una nuova richiesta di rinvio del concordato preventivo avanzata da Cin Tirrenia e la Procura chiede la procedura di fallimento. I giudici milanesi aprono anche un’inchiesta conoscitiva per Moby su contributi ai partiti e spese per i vertici aziendali.

TECNICA

Bruxelles studia la cybersicurezza nei veicoli autonomi

TECNICA

Alleanza tra Iveco e Plus per il camion autonomo

TECNICA

Aggancio automatico del semirimorchio di Jost

TECNICA

K44 Tecno: al volante (virtuale) del nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Boston Dynamics presenta un robot per caricare i camion
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Operazione antimafia nei trasporti e nel commercio di carburanti

LOGISTICA

Strage in magazzino FedEx d’Indianapolis

LOGISTICA

K44 podcast: come cambia l’offerta di lavoro nella logistica

LOGISTICA

Venezia vuole produrre idrogeno verde per il trasporto

LOGISTICA

Alibaba.com con Nola Business Park nel commercio elettronico
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Dkv avvia il pagamento telematico in Italia

CAMIONSFERA

Bosch produrrà microprocessori per veicoli in Germania

CAMIONSFERA

Dimezzato il potenziamento della ferrovia di Capodistria

CAMIONSFERA

Camionisti scioperano nei Paesi Bassi per aumento salario

CAMIONSFERA

Parte il bando per la galleria del Verghereto sull’E45

CAMIONSFERA

Ancora ritardi nelle consegne di camion in Europa e Usa

CAMIONSFERA

Piano di sorveglianza ministeriale per le gallerie

CAMIONSFERA

K44 podcast: come funziona l’assistenza 24h dei camion

CAMIONSFERA

Assolti due dirigenti Michelin per incidente a camionista

CAMIONSFERA

Bando per formazione autisti container

CAMIONSFERA

La Francia rifinanzia e rilancia la Torino-Lione

CAMIONSFERA

Ferrovie tedesche in contropiede sulla frana del Reno

CAMIONSFERA

Il Canale di Suez sta potenziando la sicurezza della navigazione

CAMIONSFERA

Il raddoppio della ferrovia adriatica fa solo un mezzo passo

CAMIONSFERA

Progetto di nuovo canale tra Mar Rosso e Mediterraneo
previous arrow
next arrow
Slider