Array ( [0] => 26 [1] => 12 )

Primo piano

  • Fedespedi contro l’oligopolio delle compagnie marittime

    Fedespedi contro l’oligopolio delle compagnie marittime

    La presidente di Fedespedi denuncia che la tempesta perfetta che si è abbattuta sul trasporto marittimo è nata prima della pandemia e deriva dall’esenzione della normativa antitrust per le alleanze tra compagnie marittime del container.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Il Pnrr non aiuta trasporto merci per ferrovia

    Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza prevede investimenti significativi sulle ferrovie ma per quanto riguarda il trasporto merci rischia di imboccare un binario tronco e deragliare. Il Piano, insieme al Fondo complementare che contempla risorse aggiuntive, ridisegna il panorama dei trasporti e della logistica in un arco di tempo che abbraccia i prossimi dieci anni con uno stanziamento di oltre 30 miliardi di euro. Ma i punti fermi a favore del trasporto ferroviario merci, almeno dal punto di vista delle infrastrutture, sono pochissimi.

    Essenzialmente si tratta del completamento del Terzo Valico dei Giovi, opera comunque in avanzata fase di costruzione (con il corollario del quadruplicamento della Milano-Pavia), insieme con la linea di accesso al tunnel di base lungo il corridoio Verona-Brennero dove non vengono neppure contemplate tutte e tre le varianti prioritarie previste e non ancora finanziate, ma viene citata espressamente solo quella di Trento-Rovereto (non una parola su quelle di Bolzano e di Verona).

    Accanto a queste opere possiamo inserire anche la nuova Napoli-Bari perché oltre a rappresentare un collegamento veloce per il servizio passeggeri potrebbe avere un interesse per il trasporto merci, ora irrilevante sulla linea storica per caratteristiche e tracciato.

    A parte queste opere, il Pnrr trascura tutti gli itinerari significativi per le merci, come le linee di valico alpine, verso la Francia e soprattutto verso la Svizzera, dove la domanda è robusta oppure attende solo interventi infrastrutturali per alimentarla. In compenso, spinto dall’esigenza del resto legittima di valorizzare aree geografiche rimaste ai margini, il Piano punta l’attenzione sui corridoi verso il sud e sui collegamenti trasversali che per volumi di traffico appaiono quasi un azzardo anche per il servizio passeggeri, non parliamo per le merci.

    La Orte-Falconara, la Roma-Pescara, la Salerno-Potenza-Metaponto-Taranto e la Salerno-Reggio Calabria, hanno scarsa utilità anche in prospettiva, non solo perché conoscerebbero comunque flussi di traffici limitati, ma soprattutto perché esistono già attualmente alternative idonee e funzionali. Da Roma a Pescara, per esempio, non c’è una domanda merci di qualche rilevanza e tanto meno è possibile ipotizzare una rottura di carico trasversale tra i porti di Civitavecchia e di Pescara.

    Emblematico l’esempio della Salerno-Reggio Calabria che per renderla adatta al trasporto merci con pendenze necessariamente contenute si prevede di realizzare un corridoio completamente alternativo a quello attuale costituito da circa 160 km di gallerie per un costo, solo ipotizzato in quanto non c’è un progetto definito, di 23 miliardi di euro. Già oggi il porto di Gioia Tauro può essere raggiunto attraverso il corridoio adriatico-jonico adeguato in questi ultimi anni con interventi che hanno eliminato i precedenti vincoli di sagoma per i trasporti intermodali.

    Insomma, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, con l’intento di spostare l’asse degli investimenti verso il sud, rischia di essere solo una scommessa azzardata e soprattutto di impegnare ingenti risorse dai risultati tutt’altro che certi e certificabili. Appare logico mettere a confronto il Pnrr dal respiro futuribile con un documento di programmazione già approvato in sede parlamentare, come l’Allegato Infrastrutture 2020, dove sono delineati interventi più specifici e concreti per le merci, come il corridoio adriatico-jonico, la direttrice tirrenica in connessione con i porti, l’adeguamento della rete sugli itinerari principali in termini di sagoma e di binari di incrocio per i treni merci a standard europeo.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • Rinviato l’incontro dell’autotrasporto al Mims

    Rinviato l’incontro dell’autotrasporto al Mims

    L’incontro tra le associazioni dell’autotrasporto e la vice-ministra del ministero Mims (ex Trasporti) è stato rinviato dal 14 settembre a una data imprecisata dell’inizio di ottobre. Si parlerà anche di carenza di autisti.
K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion

TECNICA

K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion
Parte la produzione del Nikola Tre in Germania

TECNICA

Parte la produzione del Nikola Tre in Germania
L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022

TECNICA

L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022
Cresce la famiglia di locomotive più potenti per merci

TECNICA

Cresce la famiglia di locomotive più potenti per merci
Maxi carri ferroviari per i container tra Europa e Cina

TECNICA

Maxi carri ferroviari per i container tra Europa e Cina
previous arrow
next arrow
Granarolo riacquisisce il controllo di Zeroquattro Logistica

LOGISTICA

Granarolo riacquisisce il controllo di Zeroquattro Logistica
Green Pass obbligatorio anche per trasporto e logistica

LOGISTICA

Green Pass obbligatorio anche per trasporto e logistica
Dhl apre logistica nell’aeroporto di Bologna

LOGISTICA

Dhl apre logistica nell’aeroporto di Bologna
K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion

LOGISTICA

K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion
Torello aumenta la logistica a Bologna

LOGISTICA

Torello aumenta la logistica a Bologna
previous arrow
next arrow
Londra rinvia alcuni controlli doganali al 2022

BREXIT

Londra rinvia alcuni controlli doganali al 2022
Aumentano le retribuzioni dei camionisti britannici

BREXIT

Aumentano le retribuzioni dei camionisti britannici
In Gran Bretagna sovrapprezzi per carenza di autisti

BREXIT

In Gran Bretagna sovrapprezzi per carenza di autisti
Distributori a secco in GB per mancanza di autisti

BREXIT

Distributori a secco in GB per mancanza di autisti
Da ottobre passaporto per camionisti diretti in GB

BREXIT

Da ottobre passaporto per camionisti diretti in GB
previous arrow
next arrow
Difficile il rimborso autostradale per l’autotrasporto

CAMIONSFERA

Difficile il rimborso autostradale per l’autotrasporto
La ferrovia del Frejus compie 150 anni e li dimostra

CAMIONSFERA

La ferrovia del Frejus compie 150 anni e li dimostra
Novità del Decreto Infrastrutture per le Cqc estere

CAMIONSFERA

Novità del Decreto Infrastrutture per le Cqc estere
L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022

CAMIONSFERA

L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022
K44 videocast – carenza autisti, confronto tra GB e Italia

CAMIONSFERA

K44 videocast – carenza autisti, confronto tra GB e Italia
Torneranno in cantiere 300 lavoratori del Terzo Valico

CAMIONSFERA

Torneranno in cantiere 300 lavoratori del Terzo Valico
Mecar perde il suo amministratore delegato Gianandrea Ferrajoli

CAMIONSFERA

Mecar perde il suo amministratore delegato Gianandrea Ferrajoli
Podcast K44, i primi 125 anni del camion

CAMIONSFERA

Podcast K44, i primi 125 anni del camion
Patenti superiori gratis per disoccupati in Campania

CAMIONSFERA

Patenti superiori gratis per disoccupati in Campania
Londra semplificherà gli esami per la patente camion

CAMIONSFERA

Londra semplificherà gli esami per la patente camion
Ferrovia Parma-Suzzara si rinnova guardando al Brennero

CAMIONSFERA

Ferrovia Parma-Suzzara si rinnova guardando al Brennero
L’Europa richiama l’Italia per i ritardi della Torino-Lione

CAMIONSFERA

L’Europa richiama l’Italia per i ritardi della Torino-Lione
Camionista evita rapina con incendio sull’autostrada A16

CAMIONSFERA

Camionista evita rapina con incendio sull’autostrada A16
Supermulta da 18mila euro per guida senza carta tachigrafica

CAMIONSFERA

Supermulta da 18mila euro per guida senza carta tachigrafica
Austria rilancia sulla patente camion a 17 anni

CAMIONSFERA

Austria rilancia sulla patente camion a 17 anni
previous arrow
next arrow