Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Decreto Flussi apre agli immigrati nell’autotrasporto

    Decreto Flussi apre agli immigrati nell’autotrasporto

    Il Decreto Flussi pubblicato nella Gazzetta Ufficiale numero 252 del 12 ottobre 2020 comprende tra le categorie di lavoratori ammesse, in numero chiuso, all’immigrazione in Italia anche gli autisti di veicoli industriali operanti nell’autotrasporto in conto terzi. Soddisfatta l’Anita.

Podcast K44

Normativa

Unatras bussa al ministero dei Trasporti


La prima chiamata dell'autotrasporto al ministero dei Trasporti è stata spedita il 16 gennaio 2020 da Unatras, che si rivolge direttamente alla ministra Paola De Micheli chiedendole un incontro urgente. Il testo esordisce con l'emergenza sulla viabilità che "è esplosa prepotentemente in alcuni snodi viari del nostro Paese, mettendo a repentaglio la sopravvivenza del nostro comparto il quale, come noto, è già stato fiaccato dalla crisi economica in atto oramai da qualche anno". Il presidente dell'unione, Amedeo Genedani, si riferisce in particolare alla chiusura ai veicoli pesanti del viadotto Cerrano dell'A14 che "rappresenta una vera e propria emergenza nazionale" e alla Liguria, con i problemi rilevati sull'A6 e sull'A26.
Unatras cita anche i nuovi divieti imposti ai veicoli industriali dall'Austria lungo l'asse del Brennero e l'aumento delle tariffe dei traghetti. "Pertanto riteniamo opportuno che
Lei convochi urgentemente un incontro per trovare soluzioni rapide a tutte queste emergenze che, vista la gravità della situazione, rischiano di sfociare in forme di protesta incontrollate", chiede l'unione degli autotrasportatori. L'incontro è necessario anche per verificare l'attuazione dell'accordo del 19 novembre scorso.
A tale proposito, Genedani sottolinea che "solamente alcuni di questi impegni sono stati mantenuti (accise, risorse strutturali e per gli investimenti)", mentre "sono ancora decisamente lontane le risposte inerenti la ripubblicazione dei costi di esercizio, l'istituzione del Tavolo tecnico sui tempi di pagamento alla presenza del Mef e l'immediata emanazione del decreto interministeriale per accelerare il rinnovo del parco veicolare". A questi argomenti, Unatras aggiunge anche il perfezionamento della norma sulle revisioni ai privati e la non applicazione degli ulteriori oneri burocratici ed amministrativi per i possessori di cisternette per il gasolio fino a nove metri cubi.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

  • Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio

    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio

    A due anni dalla sua introduzione in Italia, il servizio di trasporto espresso di pallet Astre Plus si espande anche all’estero. Il direttore Davide Napolitano spiega le caratteristiche che lo distinguono dai servizi tradizionali e i vantaggi per affiliati e clienti.

Videocast K44

Autotrasporto

  • Austria inasprisce divieti notturni per autotrasporto

    Austria inasprisce divieti notturni per autotrasporto

    Il Governo dei Tirolo austriaco ha emanato un’ordinanza che esclude il veicoli industriali a gas naturale dall’esenzione del divieto di circolazione notturno, per il quale introduce l’eccezione per il traffico di origine e destinazione.

Logistica

Mare

  • Porti liguri puntano sulla Svizzera dal 2024

    Porti liguri puntano sulla Svizzera dal 2024

    La connessione ferroviaria tra i porti di Genova e Savona e la Svizzera è stata la centro della terza edizione di “Un mare di Svizzera”. L’anno di svolta sarà il 2024 e PSA annuncia una filiale nella Confederazione Elvetica.