Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Scoperta a Perugia frode sul gasolio da 100 milioni di euro

    Ci sono voluti due anni d’indagine per scoprire il meccanismo di una colossale frode sui carburanti dal valore di cento milioni di euro. Al termine dell’operazione, battezzata Grifo Fuel, la Guardia di Finanza di Perugia e di Legnano hanno eseguito tre arresti di persone considerate gli organizzatore di una frode carosello internazionale e il sequestro di beni per 110 milioni di euro. L’inchiesta, coordinata dalla Procura di Perugia, ha coinvolto 50 persone e 33 società. Il lavoro degli inquirenti è iniziato dopo un controllo fiscale nei confronti di un’azienda umbra che opera nel commercio di carburante, da cui sono emersi rapporti commerciali ritenuti anomali dagli inquirenti con numerose società in tutta Italia.

    È cominciata così una ricostruzione dei rapporti e delle transazioni tra queste società, che ha portato alla scoperta di un giro di fatture false per oltre cento milioni. Il meccanismo della frode consisteva nella creazione di società di brokeraggio, formalmente appartenenti a prestanome, per costituire altre società cartiere con sede in Campania, Lazio, Lombardia e Molise che si accollavano l’Iva da pagare, ma che non era poi versata all’Erario. Da questo primo filone investigative ne è partito un altro, che ha svelato un vorticoso giro di fatture false per un ammontare di 700 milioni relative alla vendita in Italia di prodotti petroliferi di origine comunitaria.

    A questo punti gli investigatori hanno ricostruito la catena di approvvigionamento internazionale e poi hanno svelato i meccanismi di riciclaggio dei capitali. Sono così emerse altre due società di brokeraggio che usavano società cartiere con sede in Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria e Lombardia. Tali società avevano lo scopo di porsi come intermediari tra i fornitori esteri e i concessionari italiani e di raccogliere l’Iva da pagare, che anche in questo caso non è mai stata versata. Questo meccanismo ha permesso di vendere il carburante a prezzi inferiori a quelli di mercato.

    Per attuare la frode, l’organizzazione ha usato diverse procedure. Quella più usata sfruttava la possibilità di applicare l’Iva nel Paese di destinazione (ossia l’Italia) nel caso di acquisti in ambito comunitario e poi non versarla all’Erario, ma distribuendola nell’organizzazione. In altri casi la società cartiera non acquistava il carburante direttamente da un fornitore comunitario ma si dichiarava esportatore abituale, in assenza dei requisiti, per acquistare carburante da un fornitore nazionale presentando una dichiarazione d’intento. Tale dichiarazione attesta l’intenzione di avvalersi della facoltà di svolgere acquisti o importazioni senza applicare l’Iva.

    L’organizzazione riciclava il denaro ricavato dalla frode tramite conti correnti aperti in Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca e Slovenia, oppure li trasferiva, tramite gli amministratori di fatto delle società cartiere, in attività economiche e imprenditoriali che controllavano, alcune delle quali con sede all’estero.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • Unatras vuole incontrare il ministro dei Trasporti

    Unatras vuole incontrare il ministro dei Trasporti

    L’unione dell’autotrasporto Unatras chiede al ministro dei Trasporti, Enrico Giovannini, di aprire un Tavolo di confronto per individuare le questioni più urgenti su cui intervenire, tra cui i recenti ostacoli apparsi in Germania e Austria.

Mare

  • I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I due principali porti container del Belgio, Anversa e Zeebrugge, si fondono per offrire un'unica entità al trasporto globale di container. Nel 2020 hanno movimentato 13,8 milioni di teu, più del traffico dell’intera portualità italiana e vicino a quello di Rotterdam.

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Due viceministri e un sottosegretario ai Trasporti

LOGISTICA

Allarme per l’approvvigionamento dei pallet in legno

LOGISTICA

Supermulta da 773 milioni e denunce a quattro società per i rider

LOGISTICA

Fercam apre da remoto una filiale in Svezia

LOGISTICA

Sindacati interrompono negoziato su Ccnl Logistica e Trasporto
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Altera cronotachigrafo, multa di 5500 euro

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico

CAMIONSFERA

Pagamento telematico del pedaggio in Marocco con DKV

CAMIONSFERA

Ispettorato Lavoro concede lavoro a chiamata per i camionisti
previous arrow
next arrow
Slider