Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Le rilevazioni della Iata sul trasporto aereo delle merci del 2019 mostrano che è stato il peggiore anno dal 2009, quando scoppiò la crisi macroeconomica da cui il settore è emerso lentamente. Un’eventuale ripresa quest’anno potrebbe essere ostacolata dall’epidemia di coronavirus.

Podcast K44

Normativa

Nuovo software per accise gasolio autotrasporto 1° trimestre 2020

Dal 24 marzo 2020 si può accedere, tramite il sito web dell’Agenzia delle Dogane, al nuovo software e documentazione necessaria per presentare la domanda di rimborso parziale delle accise sul gasolio relativa ai consumi fatti dal 1° gennaio al 31 marzo 2020, che deve essere presentata in aprile. È importante compiere l’aggiornamento del software, perché quello messo a disposizione dall'Agenzia delle Dogane recepisce le novità introdotte dal Decreto Legge 124/2019 sul criterio di determinazione del credito. Inoltre, il nuovo software contiene le liste aggiornate dei Comuni sulla base delle Leggi regionali. La pagina web delle Dogane contiene i link per scaricare il software, il manuale utente e il tracciato record.

In un’altra pagina del sito dell’Agenzia delle Dogane ci sono i link al software, ai modelli di dichiarazione e alla nota esplicativa. Quest’ultima precisa che la domanda deve essere presentata in forma telematica dal 1° al 30 aprile 2020, aggiungendo che “laddove per effetto della situazione emergenziale in atto fosse impossibilitato a trasmettere la dichiarazione all’Ufficio delle Dogane, l’esercente potrà assolvere il suddetto onere per l’esercizio del proprio diritto al rimborso entro il 30 giugno 2020, in conformità a quanto previsto dall’art. 62, comma 6, del D.L. n. 18/2020”.

L’importo rimborsabile per i consumi del primo trimestre 2020 è di 214,18 euro per mille litri di prodotto, che vale per i consumi fatti con veicoli industriali aventi massa complessiva uguale o superiore 7,5 tonnellate e con motore da Euro 3 in su. Per usare il contributo con il Modello F24 bisogna applicare il codice tributo 6740.

L’Agenzia ricorda che dal 1° gennaio 2020 ha introdotto il limite quantitativo di un litro di gasolio per un chilometro percorso da ogni veicolo che può beneficiare della riduzione, precisando che “a fini di riscontro delle condizioni fissate per poter fruire dell’aliquota ridotta di accisa, sono state apportate modifiche al Quadro A della dichiarazione prevista dal comma 4 dell’art. 24-ter del D.Lgs. n. 504/95, per la cui modalità di compilazione obbligatoria si rinvia alle prescrizioni di dettaglio fornite con la direttiva n. 74668/RU del 12 marzo 2020 di questa Direzione centrale”. Questo articolo di TrasportoEuropa (link) le spiega.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    Questo episodio di K44 La voce del trasporto spiega che cosa si deve fare, che cosa non si deve fare e che cosa è consigliato fare nel caso un veicolo industriale sia coinvolto in un incidente di qualsiasi tipo.

Logistica

  • Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    La Guardia di Finanza di Parma ha sequestrato undici milioni di euro a due cooperative del Gruppo Taddei che operano nella logistica per evasione fiscale. Occupano quasi un migliaia di persone, tra soci e dipendenti.

Mare

  • Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Alla Camera è in corso la discussione su un emendamento al Decreto Rilancio che stabilisce con chiarezza l’impossibilità dell'autoproduzione nelle operazioni di rizzaggio e derizzaggio dei traghetti. E si scalda lo scontro tra armatori e sindacati.