Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Le rilevazioni della Iata sul trasporto aereo delle merci del 2019 mostrano che è stato il peggiore anno dal 2009, quando scoppiò la crisi macroeconomica da cui il settore è emerso lentamente. Un’eventuale ripresa quest’anno potrebbe essere ostacolata dall’epidemia di coronavirus.

Podcast K44

Normativa

Multa e fermo per trasporto nazionale con camion noleggiato all’estero

Durante un consueto servizio di sorveglianza lungo l’autostrada A1, una pattuglia della Polizia Stradale ha fermato un autoarticolato con targa estera che viaggiava tra Parma e Terre di Canossa perché ha visto l’autista che parlava al telefono cellulare mentre stava guidando. Dopo avere condotto il veicolo fuori dal casello di Campegine, gli agenti hanno iniziato il controllo, scoprendo un’altra irregolarità oltre a quella di guidare usando il telefono (per la quale l’autista, di nazionalità italiana, ha subito 173 euro di multa e la decurtazione di cinque punti). La pattuglia ha infatti contestato all’azienda di autotrasporto da cui dipende il conducente di usare un veicolo noleggiato all’estero con targa estera per svolgere un trasporto nazionale.

Secondo la Polstrada, l’impresa di trasporto avrebbe violato la Legge 298/74, dove afferma che una impresa italiana che utilizza veicoli di altre imprese residenti nell’Unione europea può effettuare solo trasporti internazionali. Ricordiamo che la legislazione italiana prevede il noleggio di veicoli pesanti solamente da altre imprese di autotrasporto in conto terzi e non direttamente da società di noleggio (a meno che non abbiamo conseguito l’autorizzazione al conto terzi, circostanza piuttosto diffusa in Italia proprio per aggirare il divieto di noleggio). In base alla violazione della Legge 298/74, quindi, l’azienda di autotrasporto ha subito una multa di 4130 euro e il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi. Ed avendo il trattore targa estera, la società ha dovuto pagare la multa sul posto, anche se ha sede in Italia (e più precisamente in Brianza).

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    Questo episodio di K44 La voce del trasporto spiega che cosa si deve fare, che cosa non si deve fare e che cosa è consigliato fare nel caso un veicolo industriale sia coinvolto in un incidente di qualsiasi tipo.

Logistica

  • Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    La Guardia di Finanza di Parma ha sequestrato undici milioni di euro a due cooperative del Gruppo Taddei che operano nella logistica per evasione fiscale. Occupano quasi un migliaia di persone, tra soci e dipendenti.

Mare

  • Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Alla Camera è in corso la discussione su un emendamento al Decreto Rilancio che stabilisce con chiarezza l’impossibilità dell'autoproduzione nelle operazioni di rizzaggio e derizzaggio dei traghetti. E si scalda lo scontro tra armatori e sindacati.