Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Ministero Trasporti s’impegna su pagamenti e costi autotrasporto

Il 28 maggio si è svolta la teleconferenza tra le associazioni dell’autotrasporto e la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, che era prevista il giorno precedente e rinviata dalla ministra a causa di altri impegni. Sull’incontro ha riferito l’associazione Fiap con una nota diffusa il 29 maggio. Per prima cosa, la ministra ha spiegato alcuni aspetti dei Decreti Liquidità e Rilancio, precisando che alcuni provvedimenti sono legati più alla perdita di fatturato che ai costi, penalizzando così le imprese di autotrasporto che hanno lavorato durante la chiusura per Covid-19 (che in alcuni caso hanno avuto costi superiori ai ricavi).

Il secondo argomento sono i contributi per il trasporto intermodale, ferrobonus e marebonus, che sono stati rifinanziati dal Decreto Rilancio con 50 milioni di euro. La ministra dei Trasporti ha confermato che saranno erogati con le modalità precedenti, ma che il prossimo anno saranno possibili cambiamenti, dopo un confronto con l’Unione Europea. Nei prossimi giorni, la ministra dei Trasporti firmerà il Decreto attuativo per fondi destinati agli investimenti, usando il meccanismo attuale.

Un altro provvedimento del Decreto Rilancio è l’aumento del fondo per gli sconti sui pedaggi autostradali con altri venti milioni di euro. La ministra De Micheli ha precisato che saranno impiegati già da giugno. La ministra ha anche ammesso ritardi sulla concessione delle revisioni dei veicoli industriali ai privati.

Nella nota, la Fiap sottolinea altri due temi emersi durante la teleconferenza su cui l’associazione si sta battendo: i tempi di pagamento dell’autotrasporto e i costi minimi di riferimento. La ministra ha annunciato che i tempi di pagamento saranno considerati nel prossimo Decreto Semplificazioni, che dovrebbe uscire entro la metà di giugno. Poiché il testo del provvedimento sembra già pronto, le associazioni degli autotrasportatori hanno chiesto di leggerlo per valutarlo. La ministra ha anche annunciato che i costi di riferimento saranno pubblicati alla fine di giugno. Al termine della videoconferenza, la ministra ha fissato un nuovo incontro telematico per il 4 giugno.

Il presidente della Fiap , Massimo Bagnoli, ritiene positivo l’incontro con la ministra De Micheli, dichiarando che “attendiamo gli sviluppi sui temi principali che la federazione da tempo ha messo in evidenza, e non mancheremo nell’approfondimento delle questioni attuali sulle quali potrà ancora essere possibile un intervento in sede parlamentare, con il pensiero che insistere su interventi consueti che non producono alcun futuro, sia comunque una perdita. E con un Paese in recessione tecnica”.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Si scalda la vertenza sulle accise Euro 3 per camion

    Si scalda la vertenza sulle accise Euro 3 per camion

    Dal 1° ottobre i veicoli industriali equipaggiati con motore Euro 3 non potranno beneficiare della riduzione parziale delle accise sul gasolio e le associazioni dell’autotrasporto chiedono un rinvio, minacciando il fermo.

Logistica

  • Walmart ordina 130 camion elettrici Tesla

    Walmart ordina 130 camion elettrici Tesla

    La filiale canadese del colosso statunitense della Gdo Walmart ha ordinato a Tesla 130 trattori stradali elettrici, nell’ambito di un programma che prevede l’obiettivo delle zero emissioni di CO2 entro il 2040.

Mare

  • Il porto di Amburgo acquisisce un terminal a Trieste

    Il porto di Amburgo acquisisce un terminal a Trieste

    La società Hamburger Hafen und Logistik, che gestisce il porto di Amburgo, ha acquisito la maggioranza del capitale del terminal multifunzionale Piattaforma Logistica Trieste, ponendo così una testa di ponte nell'Adriatico. Nel 2021 entrerà in funzione un nuovo terminal per container e rotabili.