Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Ministero Trasporti pubblica i costi dell’autotrasporto


    Dopo alcuni mesi di sospensione, tornano sul sito web del ministero dei Trasporti le tabelle sui costi d'esercizio dell'autotrasporto. Ma dopo l'abolizione dell'obbligo di applicazione dei costi minimi, tali tabelle diventano "indicative", anche se non è chiaro in che modo le imprese possano usarle. La loro pubblicazione periodica è comunque imposta dalla stessa Legge di Stabilità (214/2014) che ha eliminato i costi minimi.
    Il documento del ministero dei Trasporti che riporta le tabelle cerca, nella premessa, di spiegarne l'uso, anche se in modo piuttosto burocratico: "Il comma 4 dell'art. 83 bis del d.l. 25 giugno 2008 n.112, convertito con modifiche dalla l. 6 agosto 2008 n.133, e sue successive modifiche e integrazioni prevede che i prezzi e le condizioni nel contratto di trasporto – anche in forma non scritta - di cui all'articolo 6 del decreto legislativo 21 novembre 2005, n. 286, sono rimessi all'autonomia negoziale delle parti, 'tenuto conto dei principi di adeguatezza in materia di sicurezza stradale e sociale', mentre lo stesso decreto legislativo 286/2005, all'articolo 4, comma 2, prevede che 'sono nulle le clausole dei contratti di trasporto che comportino modalità e condizioni di esecuzione delle prestazioni contrarie alle norme sulla sicurezza della circolazione stradale".
    Sembrerebbe quindi che queste tabelle possano servire per annullare eventuali clausole dei contratti di trasporto che non rispettino i valori indicati. La premessa precisa, infatti, che dalla Legge "consegue il ruolo centrale che assume in contratto di trasporto e le relative disposizioni, condizioni ed istruzioni". Ma se e come gli autotrasportatori tradurranno tutto ciò nei rapporti reali con la committenza, dove rappresentano notoriamente la parte debole, resta ancora poco chiaro. Così come i costi minimi (e prima di loro le tariffe a forcella), tutto ciò potrebbe avere un valore pratico in eventuali cause di risarcimento.
    Come il ministero ha calcolato le tabelle sui costi d'esercizio? Lo spiega lui stesso nel documento pubblicato indicando i parametri: ore di guida (secondo l'attuale normativa), velocità commerciale media e percorrenza annua del veicolo. "Considerato che le ore di guida a settimana non possono superare le 45, valutando una velocità commerciale sulle medie e lunghe percorrenze pari a circa 60 km/ora, per 46 settimane la percorrenza complessiva annua consentita può essere stimata intorno ai 120.000 km".
    Autista renault Premium Route stradaAltri elementi importanti sono il costo del carburante (che deve considerare anche il consumo medio del veicolo), quello dei pedaggi autostradali e quello del costo dei gli autisti (basati sul tipo di trasporto). Vanno considerati anche la dimensione e il tipo di azienda, l'anzianità del parco, il costo dell'allestimento. "In considerazione della impostazione metodologica sopra delineata appare evidente che i costi effettivi dei servizi di trasporto di merci per conto di terzi sono suscettibili di variare notevolmente a seconda della tipologia di impresa (monoveicolare, artigiana o strutturata), della tipologia del veicolo (massa, allestimento, vetustà) e della tipologia di trasporto (generico, merci pericolose, refrigerato, ecc.)", spiega il documento ministeriale.
    Ovviamente, le tabelle del ministero sono sintetiche, anche se il documento precisa che in futuro potranno essere ampliate. Così, per ora i costi riguardano solamente un autoarticolato generico con massa complessiva superiore a 26 tonnellate, che rispetta i tempi di guida e di riposo e percorre annualmente 120mila chilometri. Il veicolo è gestito da un'impresa "mediamente strutturata" e con dipendenti, che utilizza un parco con veicoli "di nuova costruzione". Il testo fornisce anche indicazioni su come calcolare i costi nel caso della sub-vezione e del trazionismo.
    Il documento del ministero riporta due tabelle. La prima con i valori indicativi di riferimento sui costi dell'impresa di autotrasporto in conto terzi, che riporta i costi annui del trattore (12.500 euro), del semirimorchio (2400 euro), della manutenzione (10.000 euro), del lavoro di un conducente del 3° livello super (33.820 euro, con costo orario di 15,64 euro, cui si possono aggiungere 20,33 euro l'ora per straordinario e 41 euro al giorno per trasferta nazionale), di assicurazioni e bollo (4300 euro), degli pneumatici (4200 euro, con costo chilometrico di 0,035 euro). Inoltre, la tabella fornisce un valore indicativo del pedaggio autostradale (0,17863 euro a chilometro) e del gasolio (0,922 euro al litro, con prezzo medio del carburante rilevato a gennaio 2015, ossia 1,387 euro al litro, ma considerando lo sconto sull'accisa).
    La seconda tabella entra nel dettaglio del costo del lavoro per un autista inquadrato nel livello 3S, che riceve una retribuzione lorda di 1667,65 euro al mese per 14 mensilità. Essa considera un orario di lavoro ordinario di 47 ore la settimana per 46 settimane l'anno.

    VALORI INDICATIVI DEI COSTI D'ESERCIZIO DELL'AUTOTRASPORTO A GENNAIO 2015

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

  • Grimaldi acquista traghetti e terminal in Spagna

    Grimaldi acquista traghetti e terminal in Spagna

    Il gruppo armatoriale napoletano Grimaldi potenzia la sua presenza in Spagna tramite l’acquisto dalla Naviera Armas Trasmediterránea di cinque traghetti e due terminal portuali a Barcellona e Valencia.

TECNICA

Bruxelles studia la cybersicurezza nei veicoli autonomi

TECNICA

Alleanza tra Iveco e Plus per il camion autonomo

TECNICA

Aggancio automatico del semirimorchio di Jost

TECNICA

K44 Tecno: al volante (virtuale) del nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Boston Dynamics presenta un robot per caricare i camion
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

K44 podcast: come cambia l’offerta di lavoro nella logistica

LOGISTICA

Venezia vuole produrre idrogeno verde per il trasporto

LOGISTICA

Alibaba.com con Nola Business Park nel commercio elettronico

LOGISTICA

Allarme anche per la carenza di materie plastiche

LOGISTICA

Amazon aprirà tre logistiche in Veneto
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Bosch produrrà microprocessori per veicoli in Germania

CAMIONSFERA

Dimezzato il potenziamento della ferrovia di Capodistria

CAMIONSFERA

Camionisti scioperano nei Paesi Bassi per aumento salario

CAMIONSFERA

Parte il bando per la galleria del Verghereto sull’E45

CAMIONSFERA

Ancora ritardi nelle consegne di camion in Europa e Usa

CAMIONSFERA

Piano di sorveglianza ministeriale per le gallerie

CAMIONSFERA

K44 podcast: come funziona l’assistenza 24h dei camion

CAMIONSFERA

Assolti due dirigenti Michelin per incidente a camionista

CAMIONSFERA

Bando per formazione autisti container

CAMIONSFERA

La Francia rifinanzia e rilancia la Torino-Lione

CAMIONSFERA

Ferrovie tedesche in contropiede sulla frana del Reno

CAMIONSFERA

Il Canale di Suez sta potenziando la sicurezza della navigazione

CAMIONSFERA

Il raddoppio della ferrovia adriatica fa solo un mezzo passo

CAMIONSFERA

Progetto di nuovo canale tra Mar Rosso e Mediterraneo

CAMIONSFERA

Libera circolazione dei camion per tutto aprile
previous arrow
next arrow
Slider