Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

L’autotrasporto italiano ha perso 1,8 miliardi per il coronavirus

La chiusura delle attività produttive e commerciali causata dalla pandemia di Covid-19 sta costando molto agli autotrasportatori italiani che, secondo una ricerca di Conftrasporto, hanno percorso novecento milioni di chilometri in meno, perdendo 1,8 miliardi di fatturato. Hanno perso le imprese che hanno fermato completamente i veicoli industriali, ma anche quelle che hanno continuato a lavorare, perché molte non sono riuscite i bilanciare i carichi. Inoltre, chi ha lavorato ha dovuto anticipare tutte le spese, mentre numerosi committenti hanno ritardato i pagamenti.

Secondo le rilevazioni di Conftrasporto, infatti, è stata interrotta la tendenza positiva nei tempi di pagamenti rilevata negli ultimi tre anni e due imprese su tre interpellate dall’associazione dichiarano ritardi nei primi mesi del 2020, mentre il 60% certifica una grave mancanza di liquidità. Sul versante dell’occupazione, la pandemia ha causato una perdita di 370 milioni in retribuzioni e contributi, coperta solo in parte dagli ammortizzatori sociali.

Secondo Conftrasporto, l’apertura di alcune attività di autotrasporto ha ridotto il tasso di mortalità delle imprese nel breve termine, ma nello stesso tempo la diminuzione complessiva della domanda di autotrasporto ha ridotto rapidamente il tasso di natalità. “Se la situazione dovesse permanere anche nel prossimo trimestre, il saldo demografico delle imprese potrebbe avere effetti permanenti sulla tenuta del settore”, scrive la confederazione.

Conftrasporto ribadisce la richiesta di risorse per le aziende. Il vice-presidente Paolo Uggè precisa che il Governo deve attivarsi per: “far sì che i committenti paghino nei tempi previsti, il sistema bancario faciliti l'accesso al credito, la committenza eviti di speculare sulle spalle degli autotrasportatori rivedendo al ribasso le tariffe, e soprattutto garantire forme dirette di finanziamento anche a fondo perduto al settore, mancata fino ad ora”.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Due camionisti scoperti con documenti falsi

    Due camionisti scoperti con documenti falsi

    Nel giro di pochi giorni la Polizia ha scoperto due autisti di veicoli industriali, a Brescia e a Novara, che viaggiavano con patenti e documento d’identità falsi. Un fenomeno di cui non si conoscono ancora i contorni, ma per pochi euro si può acquistare un documento online.

Logistica

  • Arriveranno in Europa i camion a idrogeno  Hyzon

    Arriveranno in Europa i camion a idrogeno Hyzon

    Con un tweet diffuso l’11 luglio, l'imprenditore olandese Max Holthausen ha annunciato la nascita della filiale europea del costruttore statunitensi di veicoli industriali elettrici alimentati a idrogeno Hyzon Motors. Produrrà camion a celle combustibili con cabina Daf.

Mare

  • La filiera del trasporto genovese punterà su Roma

    La filiera del trasporto genovese punterà su Roma

    Aumentano le adesioni al comitato Salviamo Genova e la Liguria, che riunisce le associazioni del trasporto merci che ruotano intorno allo scalo ligure e che il 22 luglio viaggeranno verso Roma per sollecitare soluzioni al caos viabilistico. Spediporto valuta danni per un miliardo di euro.