Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Come chiedere gli incentivi per acquisto camion nel 2020 e 2021

    Come chiedere gli incentivi per acquisto camion nel 2020 e 2021

    La Gazzetta Ufficiale numero 206 del 19 agosto 2020 ha pubblicato il Decreto del ministero dei Trasporti del 7 agosto 2020 che stabilisce tempi e modi per ottenere i contributi per l’acquisito di veicoli industriali a basso impatto ambientale e gli equipaggiamenti per il trasporto intermodale nel biennio 2020-2021.

Podcast K44

Normativa

Conftrasporto vuole più sicurezza sulle strade


Nelle due settimane a cavallo tra Natale 2019 e l'Epifania 2020 sono avvenuti diversi incidenti stradali con morti, uno dei quali ha causato ben sette vittime, tutti giovani travolti da un'autovettura nella notte mentre viaggiavano a piedi lungo una strada dell'Alto Adige. Alla ripresa delle attività, è intervenuto sull'argomento Paolo Uggè, vice-presidente di Conftrasporto, che esordisce affermando che sugli incidenti stradali c'è "troppa demagogia e nessuna prevenzione". Su una delle principali cause degli incidenti di questi giorni, ossia la guida in stato di ebbrezza, Uggè chiede l'obbligo del sistema che integra un etilometro nel veicolo, impedendone la messa in moto se il conducente supera una determinata soglia di percentuale di alcool. Questo sistema è già disponibile come accessorio per i veicoli industriali ma andrebbe imposto su tutti gli autoveicoli.
Uggè coglie l'occasione per rilanciare questioni più strettamente legate all'autotrasporto, prime tra tutte le revisioni dei veicoli industriali e le norme sul trasporto eccezionale. Nel primo caso, il vice-presidente di Conftrasporto chiede l'applicazione della norma che concede le revisioni anche alle officine private, mentre nel secondo chiede una modifica alla norma che permette, in alcuni casi, la circolazione di veicoli con massa complessiva fino a 108 tonnellate senza una specifica autorizzazione all'autotrasporto eccezionale. Ciò causerebbe, secondo Uggè, un elevato deterioramento delle infrastrutture stradali.
"È ormai evidente che manca la competenza. Le norme, i controlli e le condizioni delle strade sono le principali cause di incidenti, alle quali si aggiunge sempre la fatalità", spiega Uggè. "Escludendo l'imprevedibile, domandiamoci come mai alcune norme non vengono invece approvate rapidamente da una classe politica impreparata e impegnata ad affrontare temi più inerenti a questioni che poco hanno a che fare con la vita della gente. Invece di destinare risorse per i nulla facenti perché non si mettono le forze dell'ordine in grado di operare con personale e mezzi adeguati?". Conftrasporto chiede anche l'istituzione di una consulta o un dipartimento dedicato alla sicurezza stradale.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Pioggia di multe ai camion fermi di notte sull’A22

    Pioggia di multe ai camion fermi di notte sull’A22

    Nel secondo fine settimana di ottobre, la Polizia Stradale ha inflitto ventidue multe agli autisti di altrettanti veicoli industriali che si erano fermati per rispettare i tempi di riposo nelle piazzole di sosta dell’autostrada A22. Scoperti anche due autobus che trasportavano merci in conto terzi: multa di oltre seimila euro.

Logistica

  • Operativo lo hub di Dhl a Malpensa

    Operativo lo hub di Dhl a Malpensa

    Il nuovo hub di Dhl nell’aeroporto della Malpensa ha iniziato a lavorare, senza ancora un'inaugurazione ufficiale. Si estende su una superficie di 55mila metri quadrati e ha richiesto un investimento di 109 milioni di euro. Aumenterà anche il traffico degli aerei. Ma i sindacati di base protestano a Orio al …

Mare

  • DB Schenker scende dalle portacontainer di Maersk

    DB Schenker scende dalle portacontainer di Maersk

    Lo spedizioniere tedesco DB Schenker starebbe lasciando le portacontainer di Maersk perché considera la compagnia marittima danese più un concorrente che un fornitore di servizi, dopo che ha integrato Damco nella sua struttura. Potrebbe essere l'inizio di una tendenza.