Array ( [0] => 11 )

Primo piano

  • Romania vuole chiarimenti sul nuovo riposo autisti

    Romania vuole chiarimenti sul nuovo riposo autisti

    Il 20 agosto 2020 entrerà in vigore il primo Regolamento della riforma europea dell’autotrasporto e l’associazione degli autotrasportatori rumena Untrr chiede all’UE chiarimenti sul rientro degli autisti.

Podcast K44

Normativa

Nel 2019 calano le merci negli aeroporti italiani


Nel 2019, gli aeroporti italiani hanno movimentato 1.103.663 tonnellate di merce, registrando un calo del 3,2% rispetto all'anno precedente. È un dato coerente con quello globale e che prosegue un declino iniziato già nel 2018. In rosso è andato il principale aeroporto cargo italiano, Malpensa, che lo scorso anno ha movimentato 558.481,482 tonnellate, il 2,5% in meno del 2018. Lo scalo lombardo non ha beneficiato neppure della chiusura di Linate per tre mesi, a causa del rifacimento della pista e della ristrutturazione del terminal. Perde quota anche il secondo scalo merci italiano, Roma Fiumicino, che con 194.526,80 tonnellate mostra una flessione del 5,5%, mentre al terzo posto c'è Bergamo Orio al Serio (specializzato in corrieri aerei) con 118.964 tonnellate (-3,3%). In Lombardia emerge però Brescia Montichiari, che nel 2019 ha movimentato 30.695 tonnellate, crescendo del 29,1%, grazie probabilmente alla chiusura di Linate. L'elenco dei principali scali italiani è completato da Venezia con 63.970,197 tonnellate (-6%) e Bologna con 488.32,512 tonnellate (-7,3%). Tra gli altri aeroporti spiccano due del sud: Bari, che ha movimentato 2273 tonnellate crescendo del 29% e Palermo, che ha movimentato 1166 tonnellate, crescendo del 211,8%. Viceversa, Verona ha subito un crollo del 70,7%, scendendo a 1155,16 tonnellate.
Assaeroporti ritiene che la riduzione del cargo aereo impone "in una fase storica caratterizzata da una forte competizione nel mercato del trasporto aereo, di valutare con estrema attenzione l'impatto degli interventi normativi, fiscali e regolatori sul settore, i quali, se non adeguatamente ponderati in tutti i loro possibili effetti, rischiano di comprometterne la solidità del settore". Per il rilancio del cargo, l'associazione ritiene necessarie "l'aumento delle rotte e dei collegamenti aerei, la riduzione della pressione fiscale, la semplificazione delle procedure, lo sviluppo intermodale delle infrastrutture del Paese".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: quando il camion frena da solo

    K44 podcast: quando il camion frena da solo

    Questo episodio del podcast K44 La voce del trasporto parla dell'ultima generazione dei sistemi di rallentamento e franta automatica dei veicoli industriali, che sono uno dei principali sistemi di sicurezza sulla strada.

Logistica

  • Arrestato “emiro vesuviano” per frode fiscale sui carburanti

    Arrestato “emiro vesuviano” per frode fiscale sui carburanti

    La Guardia di Finanza di Napoli ha chiuso l’inchiesta soprannominata Emiro Vesuviano con gli arresti domiciliari di un imprenditore di San Giorgio a Cremano operante nel commercio di carburanti, che avrebbe attuato una frode fiscale da dieci milioni di euro.

Mare

  • DB Schenker scende dalle portacontainer di Maersk

    DB Schenker scende dalle portacontainer di Maersk

    Lo spedizioniere tedesco DB Schenker starebbe lasciando le portacontainer di Maersk perché considera la compagnia marittima danese più un concorrente che un fornitore di servizi, dopo che ha integrato Damco nella sua struttura. Potrebbe essere l'inizio di una tendenza.