TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Conftrasporto chiede rimborso del Sistri

E-mail Stampa PDF

La confederazione dell'autotrasporto ha consegnato durante il Transpotec 2019 al Governo una proposta di Legge per il ristoro delle spese che gli autotrasportatori hanno dovuto sostenere per adeguarsi al sistema telematico di tracciamento dei rifiuti, che non è mai entrato pienamente in vigore.


Rifiuti cisterna tabelleIl vice-presidente di Fai-Conftrasporto, Paolo Uggè, ha annunciato a Verona il 24 febbraio 2019 la richiesta di un fondo a ristoro delle spese sostenute dalle imprese di autotrasporto per uniformarsi al Sistri. Per ottenerlo, la confederazione del trasporto ha presentato al Governo una specifica proposta di Legge che prevede uno stanziamento di venti milioni di euro. "Il Sistri è stato uno dei più grandi sprechi nella gestione dei rifiuti speciali. In otto anni i costi sostenuti dalle imprese coinvolte e dallo Stato hanno superato i 141 milioni di euro, per un sistema che non ha mai funzionato. La speranza è che il Governo la faccia propria", ha dichiarato Uggè.
Una stima di Fai-Conftrasporto valuta che ogni impresa di autotrasporto abbia speso tra 5.000 e 10.000 euro l'anno per il Sistri, considerando che solo l'installazione e la rimozione (dovuta all'abolizione del Sistri dal 1° gennaio scorso) della scatola nera costa circa mille euro. Per il 2019, le imprese non devono pagare alcun contributo al Sistri. Ora il ministero dell'Ambiente sta creando il suo sostituto, che dovrebbe avere costi molto inferiori e per cui Conftrasporto e Confcommercio stanno già collaborando con il ministero dell'Ambiente e l'Albo Gestori Ambientali. Secondo la confederazione, il nuovo sistema costerà tre milioni di euro l'anno, contro i quaranta milioni del Sistri, quindi "i contributi annuali che verranno chiesti alle imprese saranno notevolmente inferiori a quelli pagati dai vettori negli anni passati".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 732

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed