Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Moody’s ha declassato ancora Moby

Ad aprile 2020 l’agenzia di rating Moody’s ha declassato ulteriormente il rating di solvibilità finanziaria del gruppo Moby dopo che il gruppo della famiglia Onorato nelle scorse settimane non aveva rimborsato né la cedola dei bond in scadenza nel 2023, né la rata di capitale del prestito bancario. Moody’s Investors Service ha dunque abbassato da Ca-PD a C-PD/LD la probabilità di default della Balena Blu, così come il corporate family rating del gruppo è peggiorato da Ca a C e anche il giudizio di solvibilità dei titoli obbligazionari (300 milioni di euro in scadenza fra 3 anni) sono stati giudicati con il rating Ca (da Caa3). L’outlook sulla compagnia di traghetti per il futuro rimane negativo.

Moody’s nella sua nota spiega che la ‘bocciatura’ a Limited Default è dovuta ai mancati rimborsi annunciati a marzo e che questo giudizio non verrà rimosso fino a quando avverranno i pagamenti dovuti. Oltre a ciò l’agenzia di rating spiega anche che il giudizio peggiore espresso sulla capacità di rimborsare il bond è stato assegnato tenendo in considerazione le attuali aspettative riguardo a una possibile ristrutturazione finanziaria di Moby che sembrano peggiorare tenendo conto dell’attuale scenario macroeconomico dovuto al Coronavirus e alle restrizione imposte dall’Italia al trasporto via mare di persone per limitare i contagi.

Moody’s nella sua nota aggiunge ancora che il giudizio potrebbe essere ulteriormente rivisto verso il basso se il gruppo della famiglia Onorato dovesse non rispettare altre scadenze di pagamento o se dovesse portare avanti la ristrutturazione del suo indebitamento. Un miglioramento del rating viene invece considerato improbabile fino a quando l’esposizione finanziaria di Moby non tornerà su un livello più sostenibile.

La conclusione dell’agenzia di rating è che “l’outlook negativo riflette la visione per cui Moby potrà avere difficoltà a rifinanziare il suo debito senza una rinegoziazione o uno stralcio delle posizioni con i creditori”.

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    Cinque sigle dell’autotrasporto chiedono un incontro al Governo per affrontare i problemi degli autotrasportatori dell’acciaio che lavorano con l’ArcelorMittal, soprattutto il ritardo dei pagamenti e la revisione delle condizioni contrattuali.

Logistica

  • Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Dopo i 107 casi di positività al coronavirus, i controlli dell’Ausl di Bologna hanno rivelato almeno diciotto persone positive che operano nella vicina piattaforma Tnt. I sindacati chiedono provvedimenti per fermare il contagio.

Mare

  • Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Il sindacato di base SiCobas ha bloccato per alcune ore l’accesso del terminal container del porto di Napoli Conateco nell’ambito di una vertenza contro il licenziamento di alcuni lavoratori. Ripercussioni anche nella viabilità cittadina.