Primo piano

  • Camion nel mirino della criminalità

    Camion nel mirino della criminalità

    Il TT Club e Bsi hanno redatto un rapporto sui furti e le rapine nel trasporto e nella logistica in tutto il mondo. Per quanto riguarda l'Europa, la gran parte degli attacchi avviene nei confronti dei veicoli industriali.

Podcast K44

Normativa

Passaggio delle consegne al ministero dei Trasporti


Durante il passaggio delle consegne, il discorso del nuovo ministro Toninelli si è soffermato soprattutto sulla parte Infrastrutture, affermando che i principali temi su cui inizia a lavorare sono la programmazione oculata delle opere, il potenziamento del project review affidato alla Struttura Tecnica di Missione e l'implementazione del metodo di valutazione costi-benefici. Lo spiega una nota del ministero, aggiungendo che il ministro intende anche ridurre la discrezionalità nella scelta delle priorità e maggiore capacità progettuale per togliere spazio alla corruzione e all'illegalità. Gli altri punti citati dal ministro Toninelli sono l'esigenza puntare sull'intermodalità e di spostare i fondi sul ferro, aumentando gli investimenti soprattutto sulle tratte regionali e migliorando la manutenzione della rete, rafforzare la capacità di progettazione dell'Anas, seguire con attenzione le concessioni autostradali e il rapporto tra piani tariffari e investimenti, valorizzare i porti e avvicinare il nord al sud con migliori collegamenti.
"Bisogna rendere la macchina degli appalti sempre più efficiente. Ecco perché servirà anche uno snellimento amministrativo, per esempio sul fronte delle delibere Cipe", ha dichiarato il ministro. "Ci sono tanti dossier importanti, a partire dalle grandi opere in via di costruzione, e questioni complesse alle quali mi dedicherò nelle prime settimane del mio incarico. Per il momento desidero rivolgere un saluto cordiale e un auguro di buon lavoro a tutto il personale e ai collaboratori del ministero. Il loro apporto professionale e la loro esperienza saranno fondamentali per svolgere il compito gravoso che ci attende in un clima di collaborazione attiva e serena".
Il prossimo passo per comprendere come il nuovo ministro intende agire è la nomina dei vice-ministri e dei sottosegretari, che avranno le deleghe per i vari settori coperti dal ministero. Da quanto si sa del patto tra Lega e M5S, il ministro di un partito dovrebbe essere affiancato da un vice-ministro dell'altro. Quindi, possiamo aspettarci un vice-ministro leghista. Per i sottosegretari, vedremo se saranno prevalentemente tecnici o politici. Inoltre, vedremo se il ministro Toninelli intende apportare cambiamenti nei piani alti del ministero e in che direzione intende farlo. In primo piano c'è la Struttura Tecnica di Missione, ma sono importanti anche le singole Divisioni. In ambito ministeriale è urgente anche la nomna del nuovo Comitato centrale dell'Albo degli Autotrasportatori.
Intanto il ministro incassa gli auguri delle associazioni delle spedizioni e della logistica, accompagnati da auspici e suggerimenti. Fedespedi "conferma la propria disponibilità a dare un contributo di competenza alle iniziative che possano favorire la capacità attrattiva e la qualità di servizio del sistema logistico nazionale" che, secondo gli spedizionieri "necessita di continuità di azione e di investimenti mirati per proseguire il percorso verso l'unità di sistema Paese e migliorare l'efficienza di strutture materiali ed immateriali". Il presidente di Assologistica, Andrea Gentile, auspica che "il Governo prosegua nella direzione di sostenere lo sviluppo della logistica", sottolineando che al nuovo ministro "non mancheranno certo sfide importanti nella gestione di un settore quale è quello logistico-trasportistico di un Paese che, dopo anni di rallentamento, ha ritrovato da poco nuovo vigore".
Il presidente di Federagenti, Gian Enzo Duci, si dichiara soddisfatto delle prime dichiarazioni del nuovo ministro: "Se il buongiorno si vede dal mattino, il fatto che il ministro abbia dichiarato l'intenzione di lavorare in continuità con quanto di buono è stato fatto dal suo predecessore e con la piena consapevolezza della grande sfida che è chiamato a raccogliere per lo sviluppo del Paese, rappresentano indubbiamente segnali incoraggianti. Il ministro troverà in Federagenti una controparte leale e collaborativa".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Autotrasporto

Logistica

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Mare

  • Fusione Psa-Sech a Genova rinviata all’Avvocatura di Stato

    Fusione Psa-Sech a Genova rinviata all’Avvocatura di Stato

    L'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale annuncia il rinvio all’Avvocatura di Stato del dossier sulla fusione tra i terminal container di Psa Pra’ e Sech, dopo non avere ricevuto una risposta dal ministero dei Trasporti.