Array ( [0] => 24 )

Primo piano

  • Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Le rilevazioni della Iata sul trasporto aereo delle merci del 2019 mostrano che è stato il peggiore anno dal 2009, quando scoppiò la crisi macroeconomica da cui il settore è emerso lentamente. Un’eventuale ripresa quest’anno potrebbe essere ostacolata dall’epidemia di coronavirus.

Podcast K44

Normativa

Il cioccolato viaggia a vela

Grain de Sail è una giovane società francese – con sede a Morlaix, in Bretagna – che produce cioccolato e caffè. È l'unica azienda bretone che lavora la materia prima proveniente dai Caraibi e dal Sud America e possiede una propria torrefazione in grado di trasformare circa trenta tonnellate di cacao all'anno.
L'azienda ha riscontrato un notevole successo commerciale grazie alla genuinità dei suoi prodotti e alla purezza delle materie prime, che le hanno consentito d'introdursi nel canale della grande distribuzione e ottenere positivi risultati in termini di fatturato: undici tipi di barrette di cioccolato diverso venduti in 150 punti, a un prezzo del trenta e quaranta percento più elevato della concorrenza, ma mai superiore ai tre euro.
Ma al centro del progetto francese c'è di più. I due fondatori – i fratelli Jacques e Olivier Barreau – non vogliono solo diventare un punto di riferimento del caffè e del cioccolato di qualità, ma, da tempo, hanno reintrodotto un sistema di trasporto commerciale più umano e rispettoso dell'ambiente: la navigazione in barca a vela.
Ispirandosi alla passione di Olivier (velista, due volte campione di Francia) e l'esigenza di controllare le forniture alla fonte, hanno spinto l'azienda a progettare delle barche a vela su misura per le proprie esigenze. La prima navigazione a vela è avvenuta nel 2011 con una piccola barca di undici metri che ha trasportato circa una tonnellata di caffè verde, ma il progetto più ambizioso è la creazione di un import/export lungo le rotte oceaniche.
Il progetto è costruire una barca che intraprenderà due viaggi transatlantici all'anno: la prima rotta sarà Morlaix-New York dove verranno scaricati prodotti tipici della Bretagna (soprattutto vino e liquori), mentre in fase di rientro, l'imbarcazione farà sosta nei Caraibi, in Colombia e nelle Azzorre per caricare caffè verde, cacao e spezie da riportare presso il sito francese.
A fronte di un investimento di 950 mila euro, il natante sarà una goletta a due alberi, lunga 72 piedi (22 metri), con un monoscafo in alluminio e una capacità di carico di circa 35 tonnellate (bacino di caricamento ottimizzato per pallet). Inoltre, per tre settimane di navigazione, l'equipaggio sarà costituito da tre marinai professionisti, con la possibilità di ospitare due passeggeri supplementari. "Speriamo di aver convinto le banche a finanziarci, ma puntiamo anche a raccogliere fondi tra i tanti appassionati velisti, che potranno rientrare dall'investimento grazie al noleggio della goletta" hanno dichiarato i proprietari di Grain de Sail.

Davide Debernardi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    Cinque sigle dell’autotrasporto chiedono un incontro al Governo per affrontare i problemi degli autotrasportatori dell’acciaio che lavorano con l’ArcelorMittal, soprattutto il ritardo dei pagamenti e la revisione delle condizioni contrattuali.

Logistica

  • Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Dopo i 107 casi di positività al coronavirus, i controlli dell’Ausl di Bologna hanno rivelato almeno diciotto persone positive che operano nella vicina piattaforma Tnt. I sindacati chiedono provvedimenti per fermare il contagio.

Mare

  • Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Il sindacato di base SiCobas ha bloccato per alcune ore l’accesso del terminal container del porto di Napoli Conateco nell’ambito di una vertenza contro il licenziamento di alcuni lavoratori. Ripercussioni anche nella viabilità cittadina.