Primo piano

  • La Liguria vuole raggiungere sei milioni di teu

    La Liguria vuole raggiungere sei milioni di teu

    L'autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale annuncia che ad agosto 2019 è ripresa la crescita dei traffici container dopo il crollo del ponte Morandi e l'obiettivo è raddoppiare i volumi entro il 2026, considerando anche Savona.  

Podcast K44

Normativa

I vantaggi dell’apertura della galleria del Ceneri

Durante l'assemblea annuale del primo giugno 2018, la società di trasporto intermodale si è dichiarata ottimista sul futuro della rotaia nel traffico delle merci che attraversa la Svizzera. Il primo motivo è la prossima apertura – prevista a dicembre del 2020 – della galleria di base del Ceneri, che completa la "ferrovia di pianura" avviata da quella del San Gottardo. Questa galleria non solo ridurrà i tempi di viaggio dei treni, ma permetterà il transito di convogli lunghi fino a 740 metri e il carico di semirimorchi alti fino a quattro metri. Poi ci sono gli incentivi al trasporto combinato strada-rotaia previsti dalla Germania, che nel 2019 ridurranno i costi delle tracce ferroviarie fino al 50% e il ferrobonus italiano. Hupac chiede che anche la Svizzera riduca i costi delle tracce, dopo la riduzione dei sussidi statali all'intermodalità.
Secondo Nicolas Perrin, Ceo di FFS Cargo, l'apertura della galleria del Ceneri e del corridoio di quattro metri tra Italia e Germania aumenterà in modo significativo la produttività del trasporto intermodale già dal 2021. Per dimostralo ha portato alcune cifre: il peso del treno fino a 1800 tonnellate consentirà di aumentare la capacità del 13%; i treni più lunghi di 740 metri incrementano la capacità del 23%; il corridoio di quattro metri via Gottardo amplierà il mercato del 50%; il progetto di digitalizzazione ETCS consentirà una maggiore frequenza dei treni, con un aumento della capacità del 20%; l'aumento della velocità media dei treni da 50 a 75 km/h aumenterà la capacità di un ulteriore 50%.
Egli però ammonisce che per attuare tali aumenti di produttività bisognerà intensificare il coordinamento tra i gestori dell'infrastruttura. La sfida consiste nel gestire i flussi di traffico internazionale con un'unica prospettiva. RFI, FFS Infrastruttura e DB Netz hanno iniziato a lavorare in questo senso, preparando un primo set di 24 tracce giornaliere per l'orario 2019, con una riduzione del 25% dei tempi di percorrenza tra Colonia e Milano.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Autotrasporto

Logistica

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Mare

  • Fusione Psa-Sech a Genova rinviata all’Avvocatura di Stato

    Fusione Psa-Sech a Genova rinviata all’Avvocatura di Stato

    L'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale annuncia il rinvio all’Avvocatura di Stato del dossier sulla fusione tra i terminal container di Psa Pra’ e Sech, dopo non avere ricevuto una risposta dal ministero dei Trasporti.