Array ( [0] => 12 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Si scalda anche in Italia il fronte del Brennero

    In una dichiarazione rilasciata il 13 febbraio 2020 all’Ansa, il presidente della Provincia autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher ha lanciato un'offensiva contro il transito dei veicoli industriali sull’autostrada A22 tra il confine del Brennero e Affi. Il presidente chiede misure altrettanto rigorose di quelle imposte dall’Austria: limitare il numero dei veicoli pesanti, sia di giorno che di notte, attivare sistemi digitali per il dosaggio (ossia mantenere un numero massimo di automezzi in viaggio in una determinata tratta) riduzione dinamica della velocità nel caso di traffico intenso e divieto di transito degli automezzi con motore fino a Euro 3. Kompatscher dichiara che “Da tempo il limite per l'A22 come infrastruttura, come anche per la popolazione, è stato raggiunto. Serve una rivoluzione". Non sorprende che il presidente della Provincia approvi anche i limiti già imposti dall’Austria che sono “un tentativo comprensibile per difendere gli interessi della popolazione locale, riducendo il traffico e l'inquinamento per migliorare la qualità di vita dei residenti lungo il corridoio".

    Le dichiarazioni di Kompatscher non arrivano a caso, bensì il giorno prima dell’incontro annunciato dalla ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, con la Commissaria europea Adina Valean, che il 14 febbraio inizierà in Austria una missione proprio sulla questione del transito dei veicoli industriali al Brennero, che proseguirà poi in Italia e Germania. La Commissaria incontrerà i ministri dei Trasporti dei tre Paesi e anche lo stesso Kompatscher, per trovare una soluzione condivisa. Una missione che con questi presupposti parte già difficile.

    Da un lato, infatti, l’Austria è determinata a mantenere i divieti, che anzi ha esteso dall’inizio di quest’anno, e ha trovato nella Provincia di Bolzano un sostegno in territorio italiano; dall’altro le associazioni degli autotrasportatori hanno già da tempo aperto una dura vertenza contro Vienna e chiedono alla ministra dei Trasporti di denunciare la politica austriaca alla Corte di Giustizia Europea. Lo dice senza mezzi termina l’Anita in una nota diffusa oggi, precisando che bisogna mettere sotto accusa tre provvedimenti austriaci: il divieto di transito settoriale, perché sproporzionato e discriminatorio; il pedaggio autostradale notturno da Innsbruck al Brennero, perché superiore ai valori massimi permessi in Europa; i divieti di transito notturno, quelli di sabato mattina e i sistemi di dosaggio perché contrari alla libera circolazione e non funzionali alla protezione dell’ambiente.

    Il vice-presidente di Conftrasporto, Paolo Uggè, va invece allo scontro diretto con il presidente della Provincia di Bolzano: “Vorrei ricordare al signor Kompatscher che l'impero austroungarico è finito da tempo e che l'Italia se n’è liberata iniziando con le cinque gloriose giornate di Milano”, esordisce Uggè con impeto irredentista, per poi proseguire: “Evidenzio che ora L'Austria fa parte della Comunità europea per scelta sua e che per entrare ha sottoscritto precisi impegni tra i quali rientra la libertà di circolazione. Negare che esista un problema di inquinamento sarebbe sciocco, così come è strumentale attribuirne la responsabilità ai Tir e lasciare intendere che la ferrovia oggi possa risolvere il problema. Una scusa evidente per nascondere una azione di concorrenza sleale”. Anche Uggè chiede “determinazione” al Governo italiano, precisando però che la fiducia nella ministra dei Trasporti non è “a scatola chiusa”.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: la riforma dell’autotrasporto UE inquina?

    K44 podcast: la riforma dell’autotrasporto UE inquina?

    La Commissione Europea ha diffuso uno studio che mostra come l’obbligo di rientro in sede dei camion che svolgono autotrasporto internazionale dopo otto settimane, previsto dal Primo Pacchetto Mobilità, può aumentare l’impatto ambientale del trasporto. Vero problema o manovra politica per modifiche? Ne parla Paolo Cesaro in questo podcast di …

Mare

  • I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I due principali porti container del Belgio, Anversa e Zeebrugge, si fondono per offrire un'unica entità al trasporto globale di container. Nel 2020 hanno movimentato 13,8 milioni di teu, più del traffico dell’intera portualità italiana e vicino a quello di Rotterdam.

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

I Trasporti escono dal ministero dei Trasporti

LOGISTICA

Due viceministri e un sottosegretario ai Trasporti

LOGISTICA

Allarme per l’approvvigionamento dei pallet in legno

LOGISTICA

Supermulta da 773 milioni e denunce a quattro società per i rider

LOGISTICA

Fercam apre da remoto una filiale in Svezia
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Altera cronotachigrafo, multa di 5500 euro

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico

CAMIONSFERA

Pagamento telematico del pedaggio in Marocco con DKV

CAMIONSFERA

Ispettorato Lavoro concede lavoro a chiamata per i camionisti
previous arrow
next arrow
Slider