Array ( [0] => 26 [1] => 12 )

Primo piano

  • K44 podcast: cauto ottimismo nell’autotrasporto

    K44 podcast: cauto ottimismo nell’autotrasporto

    Un sondaggio svolto dalla Borsa carichi Teleroute tra i trasportatori europei mostra che gli italiani dichiarano un cauto ottimismo nella ripresa dopo la pandemia di Covid-19. Ne parla in questo episodio del podcast K44 la voce del trasporto Domenico Schiavone, sales manager per l'Italia di Teleroute.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Massicci investimenti delle ferrovie russe sull’asse Europa-Asia

    Con un ruolo di cerniera sempre più strategica tra l’Europa e l’Asia, la Russia intende accrescere la sua funzione di protagonista nei trasporti transcontinentali. E lo fa puntando sulle ferrovie, modalità ideale per delle relazioni impostate su distanze così sterminate. Il Governo di Mosca, alla fine del 2020, ha approvato il piano dei programmi di investimento delle Ferrovie russe RZD per il periodo 2021-2023. Sul piatto è stata messa una dote di oltre 22 miliardi di euro. La quota maggiore andrà agli interventi per potenziare e ammodernare la rete, la più estesa del continente centrale con i suoi 85mila chilometri e con un occhio di riguardo soprattutto per favorire il trasporto merci. Il piano 2021-2023 del resto rappresenta una prosecuzione dei programmi precedenti, come quello 2019-2021 già in avanzata fase di attuazione. In particolare, gli investimenti messi in atto lungo il corridoio Baikal-Amur e sulla Transiberiana hanno permesso uno sviluppo esponenziale del traffico merci tra Mosca e l’estremo Oriente. Secondo le RZD, i volumi delle merci trasportate su queste relazioni risultano raddoppiati tra il 2012 e il 2019.

    Le ferrovie russe hanno messo a punto una serie di misure per sviluppare l’infrastruttura nella parte orientale del Paese e per riuscire a eliminare i colli di bottiglia nella regione del Trans-Baikal e nell’estremo oriente, favorendo la crescita dei transiti: il bilancio, ancora provvisorio, di fine 2020 parla di 125 milioni di tonnellate di merci trasportate lungo questo corridoio. In particolare, i trasporti intermodali tra Europa e Cina attraverso la Federazione russa nel 2020 hanno superati i 500mila teu.

    I 22 miliardi di euro di investimenti indicati nel piano 2021-2023 si sommano ai 25 miliardi già impegnati nella programmazione precedente che prevede il rinnovamento di 17mila chilometri di binari, oltre all’ammodernamento del sistema di segnalamento, il potenziamento della trazione elettrica e investimenti sull’automazione e il controllo da remoto. Tra questi figura anche lo sviluppo del “treno senza conducente” e lo smistamento autonomo dei carri merci. Il programma non trascura anche i collegamenti con i porti, sia quelli del bacino del Mar Nero sia quelli nord occidentali.

    L’offensiva avviata dalle ferrovie RZD non si limita al continente euroasiatico, ma coinvolge anche la penisola balcanica. Progetti gestiti o finanziati direttamente dal governo russo riguardano sia le ferrovie in Serbia dove le RZD sono presenti dal 2014 e stanno investendo su una delle reti europee più arretrate, sia la Slovenia con programmi in parte già in corso che potrebbero raggiungere il miliardo di euro. Un protocollo d’intesa per sviluppare i trasporti lungo la Via della seta è stato sottoscritto anche con le Fs italiane che collaborano da tempo con le RZD soprattutto sul fronte infrastrutturale con l’italiana Italferr.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • Retromarcia di Londra sui visti per camionisti stranieri

    Retromarcia di Londra sui visti per camionisti stranieri

    Dopo le lunghe code ai distributori di carburante, il Governo britannico annuncia cinquemila visti per autisti stranieri. Varranno però solo fino al 24 dicembre per affrontare le festività natalizie. Ma ci sono dubbi sull’efficacia del provvedimento.
Nuovi pneumatici Goodyear per veicoli industriali

TECNICA

Nuovi pneumatici Goodyear per veicoli industriali
K44 videocast, nella cabina allungata dei nuovi Daf

TECNICA

K44 videocast, nella cabina allungata dei nuovi Daf
K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion

TECNICA

K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion
Parte la produzione del Nikola Tre in Germania

TECNICA

Parte la produzione del Nikola Tre in Germania
L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022

TECNICA

L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022
previous arrow
next arrow
Amazon potrebbe aumentare le retribuzioni

LOGISTICA

Amazon potrebbe aumentare le retribuzioni
Luigi Merlo confermato alla presidenza di Federlogistica

LOGISTICA

Luigi Merlo confermato alla presidenza di Federlogistica
Dhl investirà 300 milioni per e-commerce negli Usa

LOGISTICA

Dhl investirà 300 milioni per e-commerce negli Usa
Interporto di Bologna acquisisce la temporanea custodia

LOGISTICA

Interporto di Bologna acquisisce la temporanea custodia
Fercam triplica la logistica a Como

LOGISTICA

Fercam triplica la logistica a Como
previous arrow
next arrow
BP raziona il carburante per carenza autisti camion

BREXIT

BP raziona il carburante per carenza autisti camion
Londra rinvia alcuni controlli doganali al 2022

BREXIT

Londra rinvia alcuni controlli doganali al 2022
Aumentano le retribuzioni dei camionisti britannici

BREXIT

Aumentano le retribuzioni dei camionisti britannici
In Gran Bretagna sovrapprezzi per carenza di autisti

BREXIT

In Gran Bretagna sovrapprezzi per carenza di autisti
Distributori a secco in GB per mancanza di autisti

BREXIT

Distributori a secco in GB per mancanza di autisti
previous arrow
next arrow
Retromarcia di Londra sui visti per camionisti stranieri

CAMIONSFERA

Retromarcia di Londra sui visti per camionisti stranieri
Consiglio Nazionale Svizzera approva la metropolitana delle merci

CAMIONSFERA

Consiglio Nazionale Svizzera approva la metropolitana delle merci
Conftrasporto chiede deroghe al Green Pass per gli autisti

CAMIONSFERA

Conftrasporto chiede deroghe al Green Pass per gli autisti
Sentenza europea su infrazioni al cronotachigrafo emesse in altri Stati

CAMIONSFERA

Sentenza europea su infrazioni al cronotachigrafo emesse in altri Stati
Il Green Pass per il trasporto è Legge

CAMIONSFERA

Il Green Pass per il trasporto è Legge
Canada cerca oltre ventimila camionisti

CAMIONSFERA

Canada cerca oltre ventimila camionisti
Divieto notturno in Austria è fuori dalle regole UE

CAMIONSFERA

Divieto notturno in Austria è fuori dalle regole UE
Nuova tappa per il corridoio ferroviario del Kosovo

CAMIONSFERA

Nuova tappa per il corridoio ferroviario del Kosovo
Il traforo ferroviario del Frejus è superato, lo dicono i numeri

CAMIONSFERA

Il traforo ferroviario del Frejus è superato, lo dicono i numeri
UE vuole l’alternativa alla Via della Seta

CAMIONSFERA

UE vuole l’alternativa alla Via della Seta
Scavi record sulla tratta sud del Brennero, ma la fine lavori si allontana

CAMIONSFERA

Scavi record sulla tratta sud del Brennero, ma la fine lavori si allontana
Nuovo bando UE per aree di sosta per camion

CAMIONSFERA

Nuovo bando UE per aree di sosta per camion
Conftrasporto chiede chiarimenti su Green Pass ad autisti stranieri

CAMIONSFERA

Conftrasporto chiede chiarimenti su Green Pass ad autisti stranieri
Difficile il rimborso autostradale per l’autotrasporto

CAMIONSFERA

Difficile il rimborso autostradale per l’autotrasporto
La ferrovia del Frejus compie 150 anni e li dimostra

CAMIONSFERA

La ferrovia del Frejus compie 150 anni e li dimostra
previous arrow
next arrow