Array ( [0] => 26 )

Primo piano

  • Come chiedere gli incentivi per acquisto camion nel 2020 e 2021

    Come chiedere gli incentivi per acquisto camion nel 2020 e 2021

    La Gazzetta Ufficiale numero 206 del 19 agosto 2020 ha pubblicato il Decreto del ministero dei Trasporti del 7 agosto 2020 che stabilisce tempi e modi per ottenere i contributi per l’acquisito di veicoli industriali a basso impatto ambientale e gli equipaggiamenti per il trasporto intermodale nel biennio 2020-2021.

Podcast K44

Normativa

La Germania rivoluziona i carri ferroviari


Se 150mila vi sembrano pochi. È la percorrenza chilometrica raggiunta dai carri merci innovativi, primo bilancio di un progetto ambizioso varato in Germania. Il programma si chiama Innovativer Güterwagen ed è finanziato dal ministero tedesco dei Trasporti e dell'infrastruttura digitale con un contributo di 18 milioni di euro. In campo è sceso un consorzio di prim'ordine costituito da DB Cargo, interamente controllata dalle ferrovie federali e VTG, la società di logistica e noleggio di carri a livello internazionale. Il progetto è stato avviato nel 2016 ed è entrato nel vivo della sperimentazione nel marzo 2018. L'ambizione del Ministero e delle ferrovie è molto alta ed è quella di rivoluzionare il classico trasporto ferroviario delle merci, partendo proprio dal primo mattone, il carro.
Per diventare più competitivi, i carri devono essere più efficienti dal punto di vista energetico, oltre a essere economici, garantire maggiori carichi ed essere silenziosi. In un mondo che guarda all'intelligenza artificiale, alla tecnologia blockchain e alla guida autonoma, il trasporto su rotaia è certamente in ritardo rispetto ad altri settori. Si pensi solo al fatto di dover accoppiare e verificare singolarmente tutti i carri.
Al centro di questo progetto c'è il "freno digitale", vale a dire la possibilità per il personale addetto alla manovra e alla condotta di avere sott'occhio lo stato dell'impianto frenante dell'intero convoglio, non solo per verificare che tutto sia regolare senza le lunghe ispezioni dirette (e abbattendo quindi anche drasticamente i tempi di composizione del treno), ma anche per conoscere eventuali anomalie e lo stato d'usura dei componenti. La sperimentazione riguarda anche il confronto diretto tra due diversi sistemi di aggancio automatico dei carri, proposti rispettivamente da Voith e Faiveley. Solo così si può chiudere il cerchio e accrescere la competitività del trasporto ferroviario, in termini di tempi e di costi.
Ferrocisterna Innovative Gutenwagen DB VTGQuesto filo conduttore, insieme con la riduzione dei pesi per aumentare la capacità di carico o il volume utile, ha portato alla messa a punto di quattro tipologie di carri innovativi. Il primo è il pianale doppio per trasporto auto Laaeffrs 561, adatto in particolare per movimentare veicoli alti e pesanti, come Suv o i commerciali, molto flessibile, con diversi elementi regolabili per il carico inferiore o il ponte superiore. L'altro prototipo è un carro a sei assi Saghmmns-ty per il trasporto di prodotti in acciaio. La sua particolarità è quella di adattarsi a vari usi, quindi non solo per il carico di lastre e bobine (coils), ma all'occorrenza può consentire anche il trasporto di container pesanti, diventando quindi molto flessibile.
Arriviamo quindi a una ferro-cisterna Zacens, più corta rispetto al modello precedente con lo stesso volume di carico. Questo è reso possibile da un maggiore diametro del serbatoio dovuto all'utilizzo di un nuovo materiale che comporta anche una riduzione di peso, utile per l'installazione dei nuovi componenti tecnici e digitali senza penalizzare la massa totale. La rassegna si completa con un portacontainer a carrelli Sggnss da 80 piedi, ottimizzato per ridurre il peso e dotato, così come la ferro-cisterna, di freni a disco di nuova generazione per ridurre il più possibile il rumore, altro obiettivo prioritario del progetto innovativo tedesco, così come i carrelli a orientamento radiale che si adattano in curva per ridurre l'attrito e il consumo di energia.

Piermario Curti Sacchi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 videocast: il cronotachigrafo nel Primo Pacchetto Mobilità

    K44 videocast: il cronotachigrafo nel Primo Pacchetto Mobilità

    Tra le principali innovazioni adottate dal Primo Pacchetto Mobilità alcune riguardano il cronotachigrafo e le norme sul riposo degli autisti, che potranno cambiare l’autotrasporto internazionale in termini di costi e organizzazione. Ne parla questo episodio del videocast K44 Risponde.

Logistica

  • Prosegue la vertenza sul contributo postale

    Prosegue la vertenza sul contributo postale

    Il Tar del Lazio ha respinto gli ultimi ricorsi delle associazioni del trasporto avevano intrapreso contro l’Agenzia delle Comunicazioni e il ministero dello Sviluppo Economico sui servizi postali. Sette di loro hanno scritto alla ministra dei Trasporti.

Mare

  • Moby cerca aiuto nei fondi d’investimento

    Moby cerca aiuto nei fondi d’investimento

    Il 28 ottobre scade il termine entro cui Moby deve presentare il piano concordatario, ma è probabile un rinvio perché la compagnia marittima sta dialogando con alcuni fondi d’investimento.