Array ( [0] => 26 [1] => 12 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Dimezzato il potenziamento della ferrovia di Capodistria

    Il porto di Trieste, almeno per ora, non rischia di soffrire più di tanto a causa del tradizionale concorrente dietro l’angolo, quello di Capodistria (Koper). L’insidia poteva essere legata al potenziamento delle infrastrutture ferroviarie tali da rendere più competitivo lo scalo sloveno nel collegamento attraverso Divaccia (Divača) e quindi verso i corridoi merci fondamentali con l’est europeo.

    L’ipotesi originaria era quella di dare il via ai lavori della nuova linea tutta in variante rispetto al tracciato storico entro il 2019 per un investimento complessivo di 1,2 miliardi di euro. Quella scadenza è trascorsa senza che ci fosse neppure l’ombra di un cantiere, per arrivare ora ad aprile 2021 ad autorizzare un progetto che è solo l’antipasto di quella che dovrebbe essere la nuova linea.

    L’accordo di contratto firmato per il raddoppio in variante della Capodistria-Divaccia si limita infatti a rendere operativi i cantieri su una prima tratta, quasi simbolica, tra il porto sloveno e Črni Kal (San Sergio), una manciata di chilometri che rappresentano meno di un terzo dell’itinerario complessivo. Ridotto anche l’impegno finanziario sottoscritto per poco meno di 225 milioni di euro con la previsione di aprire i cantieri a maggio. A occuparsi della costruzione è la società 2TDK, concessionaria del Governo sloveno, totalmente di proprietà statale e costituita già nel 2016 con questo scopo.

    Nonostante la tratta abbia un’estensione contenuta, sono significative le opere d’arte costituite da diverse gallerie per una lunghezza complessiva di 7,7 chilometri oltre a un paio di viadotti. La nuova linea viene costruita già predisposta per la posa di un secondo binario ma all’inizio sarà armata con un solo binario e presenta un tracciato più favorevole per il trasporto merci in quanto riduce la pendenza dal 27 al 17 per mille. Per questo motivo si ipotizza di utilizzarla a senso unico, quello più favorevole, in combinazione con la linea storica che resta comunque in esercizio, quindi idealmente in un raddoppio a distanza. Tempi ancora molto incerti sull’avvio dei lavori per completare l’intero itinerario.

    Il potenziamento della Capodistria-Divaccia porterà vantaggi per entrambi i corridoi che attraversano il Paese, quello Baltico-Adriatico e quello Mediterraneo, fondamentali nei traffici merci. Attualmente la tratta è lunga 45 chilometri. L'obiettivo è quella di ridurla a meno di 30 chilometri con un tracciato meno acclive. Secondo alcune proiezioni, una volta terminati i lavori, il numero dei treni che quotidianamente percorreranno la linea salirà da 90 a 220. Ma visto il dilatarsi dei tempi di costruzione, questa prospettiva è tutt’altro che vicina.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Cambianica ha ampliato e rinnovato la sede
    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

TECNICA

Nasce il gemello digitale del container aereo

TECNICA

Iveco rinnova i camion per l’edilizia

TECNICA

K44 videocast: La nuova generazione di Volvo FH e FH16

TECNICA

Renault presenta la nuova generazione dell’Express Van

TECNICA

Alleanza per sviluppare celle a combustibile per camion
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Dsv Panalpina espande l’attività in Sud Africa

LOGISTICA

Centrali elettriche dismesse diventeranno depositi doganali

LOGISTICA

Due coop di trasporto alimentare si fondono in Good Truck

LOGISTICA

DB Schenker noleggia container SkyCell per i vaccini

LOGISTICA

Ministro Orlando riceve il SiCobas per vertenza FedEx
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Stretta di Londra sui clandestini in camion

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Controlli europei sui camion dal 10 al 16 maggio

CAMIONSFERA

Tornano i divieti di circolazione festivi per i camion

CAMIONSFERA

K44 podcast: l’autotrasporto conta sul camion usato

CAMIONSFERA

Nuova proroga per l’Autobrennero, ma è stallo sulla concessione

CAMIONSFERA

La Camera acquisisce un esposto sulle autostrade liguri

CAMIONSFERA

Infrastrutture stradali, dati carenti e sicurezza aleatoria

CAMIONSFERA

Rinvio del rendiconto per contributi all’acquisto di camion

CAMIONSFERA

Indagini sulla morte di un camionista a Ravenna

CAMIONSFERA

Salari degli autisti italiani sono calati del 10% dal 2010

CAMIONSFERA

Nasce un portale per l’assunzione di camionisti

CAMIONSFERA

Le nuove scadenze di patente e Cqc

CAMIONSFERA

Due progetti per la ferrovia Salerno-Reggio Calabria

CAMIONSFERA

Francia e Spagna vogliono riaprire il tunnel ferroviario dei Pirenei

CAMIONSFERA

I corridoi ferroviari internazionali restano senza commissari

CAMIONSFERA

Bozza Pnrr prevede 25 miliardi per le infrastrutture e i trasporti
previous arrow
next arrow
Slider