Array ( [0] => 9 [1] => 32 )

Primo piano

  • La Romania vuole reclutare autisti in Asia

    La Romania vuole reclutare autisti in Asia

    Il Governo rumeno si sta muovendo per reclutare autisti di veicoli industriali in alcuni Paesi asiatici e per fornire loro la Carta di qualificazione del conducente tramite esami in inglese e spagnolo.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

Dubbi rumeni sul ritorno a casa degli autisti

Uno dei nuovi provvedimenti del Primo Pacchetto Mobilità è l’obbligo per gli autisti che svolgono autotrasporto internazionale di rientrare nel Paese di residenza dopo quattro settimane consecutive di viaggio. Tale provvedimento è entrato in vigore il 20 agosto tramite il Regolamento UE 1054/2020 ed è uno di quelli maggiormente contestati da alcuni Paesi comunitari, soprattutto dell’Est, che hanno presentato un ricorso alla Corte di Giustizia Europea. Tra quelli più combattivi c’è la Romania, che sulla questione agisce a livello istituzionale e associativo.

La Untrr associa gli autotrasportatori rumeni e sta svolgendo una campagna dedicata proprio all’obbligo di rientro, sostenendo principalmente due cose: che non sarebbe un vero obbligo ma una raccomandazione e che non è chiaro come le imprese possano dimostrare che il rientro è avvenuto. Sul primo punto, l’associazione cita una nota pubblicata sul sito web del ministero dei Trasporti della Germania (e poi rimossa) su un’interpretazione tedesca in tal senso. L’associazione ha anche posto un quesito alla Commissione Europea, senza avere ricevuto risposta. Questi due fatti, secondo la Untrr, creano una “crescente incertezza giuridica riguardo all'applicazione del Primo Pacchetto Mobilità”.

L'associazione spiega che “non ci sono ancora disposizioni chiare da parte della Commissione Europea su come documentare l'adempimento di tale obbligo, anche se il conducente non vuole tornare a casa, nonché informazioni sulle sanzioni da applicare in caso di mancato rispetto”. La Untrr aggiunge che “la Commissione europea sta ancora lavorando a una serie di chiarimenti sul ritorno a casa dei conducenti, sulla dichiarazione di rimpatrio e sul controllo”.

La Untrr è tra gli enti che hanno presentato ricorso contro al Primo Pacchetto Mobilità alla Corte di Giustizia Europea. In particolare, l’associazione chiede ai giudici di annullare le disposizioni del Regolamento 1054/2020 sull'obbligo di rientro dei conducenti a casa e sul divieto del riposo settimanale regolare in cabina.
Il videocast K44 Risponde parla delle novità in alcuni episodi, che vi riproponiamo.

 

 

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

TECNICA

Nuovi carrelli diesel e Gpl di Still

TECNICA

Gli Usa si preparano alla guida autonoma dei camion

TECNICA

UE finanzia con 20 milioni il camion autonomo

TECNICA

Uber vende la divisione sulla guida autonoma

TECNICA

Ford Trucks amplia la gamma dei camion in Italia
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Ceva entra nella logistica globale dei vaccini Covid-19

LOGISTICA

Primo incontro nazionale tra sindacati e Amazon

LOGISTICA

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

LOGISTICA

Sciopero nazionale SiCobas di due giorni in FedEx TNT

LOGISTICA

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna

BREXIT

Aumentano le richieste di tampone Covid-19 da GB
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Perizia Tribunale scagiona camionista dell’incidente Zanardi

CAMIONSFERA

Tre camionisti morti in un incidente in Spagna

CAMIONSFERA

Multa di 79mila euro in Danimarca per tempi di guida

CAMIONSFERA

Chiesto processo per due camionisti per investimento su A2

CAMIONSFERA

K44 podcast: la grande trappola del Kent

CAMIONSFERA

Sindacati francesi mobilitano gli autisti di veicoli industriali

CAMIONSFERA

Scoperti 22 kg di cocaina su un camion bulgaro

CAMIONSFERA

Italia e Germania alleate contro i divieti dell’Austria

CAMIONSFERA

Il mercato dei veicoli industriali limita le perdite del 2020

CAMIONSFERA

Il britannico Consortium Purchasing ordina 2250 camion Scania

CAMIONSFERA

Sequestrato un panino al prosciutto a camionista proveniente da GB

CAMIONSFERA

Massicci investimenti delle ferrovie russe sull’asse Europa-Asia

CAMIONSFERA

Consegnati in Italia i primi nuovi Scania V8 da 770 CV

CAMIONSFERA

Prosegue l’obbligo del test Covid-19 da GB alla Francia

CAMIONSFERA

Il Salone del trasporto per l’edilizia è rinviato al 2023
previous arrow
next arrow
Slider