TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

La Svizzera punta il jolly sulla ferrovia

E-mail Stampa PDF

Per superare i limiti attuale della rete, anticipati alcuni investimenti previsti nel piano di ampliamento 2035. Individuati otto itinerari dove saranno garantiti percorsi merci veloci. Doppio binario per il tunnel di base del Lötschberg.


FFS Cargo treno montagne semirimorchiBasta guerre in famiglia tra treni passeggeri e treni merci a causa di una coperta troppo corta. La Svizzera ha deciso di investire massicciamente sulla ferrovia. Un'ulteriore fase di espansione dell'infrastruttura ferroviaria è stata decisa e approvata all'unanimità a giugno 2019 dal Consiglio degli Stati, uno dei rami del Parlamento elvetico conosciuto anche come Camera dei Cantoni. In pratica si è deciso di anticipare una serie di misure contenute in un piano a lungo termine, quello conosciuto come Fase di ampliamento 2035. Questo per cercare di eliminare i principali colli di bottiglia presenti sulla rete. Il pacchetto di investimenti vale poco meno di 12 miliardi di euro.
Rilevante l'impegno a favore dei treni merci. Sono stati individuati otto itinerari chiave che prevedono l'introduzione di "percorsi espressi" a favore del traffico commerciale. Tra questi figurano i principali corridoi ferroviari e precisamente Basilea-Olten-Berna, Berna-Losanna, Soletta-Losanna, Zurigo-Coira e Zurigo-Lugano. Inoltre si rendono disponibili nuovi percorsi merci su sette itinerari e nel nodo di Zurigo, il più critico per la massiccia domanda di trasporto, sarà assicurata la capacità dei treni merci durante le ore di punta. Nuovi terminal cargo sono previsti nella parte settentrionale del cantone di Vaud, nell'area di Broye (a nord di Friburgo), a Dagmersellen (tra Lucerna e Olten), nei Grigioni e in Ticino.
Per quanto riguarda i grandi corridoi europei, l'investimento più significativo coinvolge il tunnel del Lötschberg che in precedenza era stato addirittura escluso dalla Fase di ampliamento 2035. In pratica si è preso atto come nel 2007 la scelta di aver realizzato solo a tappe la galleria di base, abbia portato rapidamente alla saturazione della linea. Verrà quindi completato il secondo binario. Questo consentirà di instradare tutti i treni merci attraverso il nuovo tunnel e non come avviene ora utilizzando anche la linea di valico.
A livello infrastrutturale è previsto lo scavo di altre due gallerie significative, come quella di Brüttener di 9 km per aumentare la capacità tra Zurigo e Winterthur e il secondo tunnel dello Zimmerberg lungo 11 km lungo la Zurigo-Lucerna (il primo tunnel era stato realizzato in occasione del piano Ferrovia 2000). La Fase di ampliamento 2035 nasce dal presupposto che entro il 2040 in Svizzera il volume del trasporto ferroviario cresca di circa il 45% rispetto a quello attuale.

Piermario Curti Sacchi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 957

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ultime Logistica

Immagine
Scontro sul rinvio della Brexit
Sabato 19 Ottobre 2019
Il 19 ottobre 2019 il Parlamento britannico ha votato l'emendamento Letwin che potrebbe aprire la porta a un possibile rinvio dell'uscita del Regno... Leggi tutto...
Immagine
Nuovi acquisti per Nuveen Real Estate e Prologis
Venerdì 18 Ottobre 2019
Sul mercato immobiliare della logistica in Lombardia a ottobre 2019 si sono chiusi due affari importanti intorno a Milano, siglati da Prologis e... Leggi tutto...
Immagine
Tar conferma che la distribuzione di pacchi è servizio postale
Giovedì 17 Ottobre 2019
La sentenza emessa il 9 ottobre 2019 dalla Prima Sezione del Tar del Lazio respinge il ricorso di alcune associazioni e trasportatori contro la... Leggi tutto...
Immagine
Evasione fiscale in coop logistica del piacentino
Mercoledì 16 Ottobre 2019
Il 16 ottobre 2019 la Guardia di Finanza di Fiorenzuola ha annunciato un'operazione nei confronti di una cooperativa che avrebbe evaso il pagamento... Leggi tutto...
Immagine
Ups estende consegne dei farmaci
Lunedì 14 Ottobre 2019
L'11 ottobre 2019 la multinazionale del trasporto ha annunciato di avere ampliato alla Lombardia e alla Liguria il servizio di trasporto a... Leggi tutto...
Immagine
Gruber nomina amministratore delegato
Venerdì 11 Ottobre 2019
Il 10 ottobre 2019, la società di autotrasporto e logistica altoatesina ha annunciato l'ingresso di Marcello Corazzola nel Consiglio di... Leggi tutto...
Immagine
Chiuse vertenze Cobas a Tigotà e Fercam
Venerdì 11 Ottobre 2019
I sindacati di base cantano vittoria dopo gli scioperi attuati nelle piattaforme logistiche delle due società, partiti a Broni e Brescia. E rilancia... Leggi tutto...
Immagine
Honda Logistics chiuderà in GB
Giovedì 10 Ottobre 2019
Il ramo che gestisce la logistica automotivce del costruttore automobilistico giapponese ha annunciato che terminerà le attività nel 2021, in... Leggi tutto...

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed