TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Grimaldi contro Fai per fermo autotrasporto di Salerno

E-mail Stampa PDF

L'8 maggio 2018, la compagnia marittima napoletana ha presentato un esposto all'Autorità Antitrust e la ministero dei Trasporti sostenendo che il fermo di cinque giorni proclamato dagli autotrasportatori salernitani favorisce il collegamento Tirrenia tra Napoli e Catania.


Battaglia navale Thomas Whitcombe The Battle of the Nile 1798Fra i gruppi Grimaldi e Moby si è aperto un nuovo fronte di scontro sulle rotte che collegano la Campania con la Sicilia. A poche giorni dal fermo di cinque giorni (dal 21 al 25 maggio) degli autotrasportatori salernitani, indetto dalla Fai Conftrasporto per protestare contro il congestionamento della viabilità attorno al porto di Salerno, il gruppo armatoriale ha risposto con un esposto inviato all'Antitrust, al Ministero dei trasporti, all'Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centrale e alla Regione Campania. Grimaldi Euromed Spa attacca la Fai e Fabrizio Palenzona, presidente di Conftrasporto (nonché membro del consiglio d'amministrazione di Tirrenia CIN, compagnia del Gruppo Moby) denunciando "gli effetti distorsivi del mercato che deriverebbero dall'attuazione dalle condotte prefigurate (il fermo dell'autotrasporto, ndr), le quali appaiono palesemente riconducibili a un disegno anticoncorrenziale imputabile a Compagnia Italiana di Navigazione".
Grimaldi nell'esposto entra più nel dettaglio della questione sostenendo che: "Ci si riferisce al fatto che la Federazione Autotrasportatori Italiani (Fai), presieduta da Fabrizio Palenzona (membro del consiglio d'amministrazione di CIN), ha recentemente proclamato uno sciopero (in realtà, un fermo), di cinque giorni a partire dal 21 maggio presso il porto di Salerno invocando quale pretesto la congestione del traffico dello stesso porto. Tale iniziativa è avvenuta nel momento esatto in cui CIN ha avviato le due nuove linee Napoli-Catania e Napoli-Malta, una delle quali, la Napoli-Catania, si pone in rapporto di diretta concorrenza con la linea per Catania che la Grimaldi opera da Salerno". CIN inoltre opera da Napoli due collegamenti per Palermo e Cagliari, che si pongono ugualmente in concorrenza diretta con le linee Salerno-Palermo e Salerno-Cagliari operate da Grimaldi.
Per quest'ultimo gruppo, insomma, "appare evidente che l'iniziativa, seppure formalmente adottata dalla Fai, è riconducibile a CIN (nel cui board siede il medesimo soggetto che presiede la Fai), ma anche la stessa iniziativa rappresenta un illegittimo strumento diretto a conseguire molteplici effetti concorrenziali". Nell'esporto Grimaldi rincara la dose dicendo che "la natura del tutto pretestuosa dell'iniziativa è dimostrata dal fatto che non risulta che la Fai esprima tra i suoi associati una rappresentanza significativa di operatori attivi presso il porto di Salerno".
Nell'esposto viene anche richiamata la recente condanna che l'Antitrust ha inflitto alle compagnie di navigazione controllate da Vincenzo Onorato (Moby e Tirrenia) perché, secondo Grimaldi, "la presenza del collegamento per Cagliari tra quelli interessati dall'iniziativa consente di qualificare la condotta di CIN come ulteriore fattispecie di abuso di posizione dominante posta in essere a seguito dei noti fatti già sanzionati dalla AGCM con la recente delibera del 28 febbraio 2018. Pertanto la condotta in esame configura una palese violazione della diffida contenuta alla lettera b) del dispositivo della delibera".

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1046

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed