TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Nikola venderà camion a idrogeno in Europa

E-mail Stampa PDF

Il produttore statunitense ha annunciato il 5 novembre 2018 che ha progettato un veicolo industriale a cabina arretrata dedicato al mercato europeo con trazione elettrica alimentata con celle a combustibile.

Nikola tre rendering stradaIl prossimo anno, i principali costruttori europei cominceranno a vendere i primi modelli di camion elettrici della gamma medio-pesante, destinati alla distribuzione regionale, ma presto potrebbero trovarsi di fronte a un concorrente ancora più innovativo: il Nikola Tre, un veicolo pesante a trazione elettrica alimentato a idrogeno adatto anche alle lunghe distanze. Lo ha annunciato il costruttore statunitense, precisando che questo modello avrà un'impostazione europea, ossia con cabina arretrata. L'azienda ha aggiunto che presenterà il primo prototipo a metà aprile a Phoenix , ma che ha già aperto le prenotazioni sul suo sito web.
Il fondatore e Ceo di Nikola, Trevor Milton, ha affermato che questo sarà il primo camion europeo a emissioni zero equipaggiato con un sistema di frenata e di sterzo automatici, ma soprattutto sarà il primo alimentato a idrogeno, grazie a una cella a combustibile da 120 kW. Sarà anche pronto per la guida autonoma di livello cinque, ossia quello più elevato per automazione. Milton ha precisato che la sua vendita è prevista contemporaneamente con quella della versione statunitense a cabina arretrata, ossia nel 2022-2023, dopo alcuni test che si svolgeranno in Norvegia nel 2020.
Dalle prime informazioni tecniche fornite dall'azienda, il Nikola 3 sarà prodotto in due potenze da 500 CV e 1000 CV, nelle configurazioni trattore 6x4 o 6x2 e con autonomia da 500 a 1200 chilometri. La sua cabina arretrata lo rende idoneo ai limiti di dimensione imposti nell'Unione Europea, che sono più stringenti rispetto a quelli statunitensi. Nikola sta ancora decidendo dove realizzare la localizzazione dell'impianto di produzione europeo.
Ma prima di lanciare il Nikola Tre bisogna creare una rete per la distribuzione dell'idrogeno. L'azienda lo sta già facendo negli Stati Uniti e nel Canada collaborando con la norvegese Nel Hydrogen e il Cfo della società ha dichiarato che questa collaborazione si estenderà anche in Europa: "Abbiamo molto lavoro dinanzi a noi, ma con i partner giusti possiamo completarlo". Entro il 2028 Nikola vuole costruire oltre 700 distributori d'idrogeno nel Nord America e intende coprire la maggior parte del mercato europeo entro il 2030. Ogni stazione potrà produrre da 2000 a 8000 chili d'idrogeno al giorno.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1133

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed