TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

I vantaggi dell’apertura della galleria del Ceneri

E-mail Stampa PDF

Hupac prevede che nel 2020, con l'apertura della galleria di base del Ceneri, aumenterà il trasporto ferroviario intermodale transalpino, spinto anche da nuovi sussidi attuati da Italia e Germania.

Gottardo galleria treno lavori cabinaDurante l'assemblea annuale del primo giugno 2018, la società di trasporto intermodale si è dichiarata ottimista sul futuro della rotaia nel traffico delle merci che attraversa la Svizzera. Il primo motivo è la prossima apertura – prevista a dicembre del 2020 – della galleria di base del Ceneri, che completa la "ferrovia di pianura" avviata da quella del San Gottardo. Questa galleria non solo ridurrà i tempi di viaggio dei treni, ma permetterà il transito di convogli lunghi fino a 740 metri e il carico di semirimorchi alti fino a quattro metri. Poi ci sono gli incentivi al trasporto combinato strada-rotaia previsti dalla Germania, che nel 2019 ridurranno i costi delle tracce ferroviarie fino al 50% e il ferrobonus italiano. Hupac chiede che anche la Svizzera riduca i costi delle tracce, dopo la riduzione dei sussidi statali all'intermodalità.
Secondo Nicolas Perrin, Ceo di FFS Cargo, l'apertura della galleria del Ceneri e del corridoio di quattro metri tra Italia e Germania aumenterà in modo significativo la produttività del trasporto intermodale già dal 2021. Per dimostralo ha portato alcune cifre: il peso del treno fino a 1800 tonnellate consentirà di aumentare la capacità del 13%; i treni più lunghi di 740 metri incrementano la capacità del 23%; il corridoio di quattro metri via Gottardo amplierà il mercato del 50%; il progetto di digitalizzazione ETCS consentirà una maggiore frequenza dei treni, con un aumento della capacità del 20%; l'aumento della velocità media dei treni da 50 a 75 km/h aumenterà la capacità di un ulteriore 50%.
Egli però ammonisce che per attuare tali aumenti di produttività bisognerà intensificare il coordinamento tra i gestori dell'infrastruttura. La sfida consiste nel gestire i flussi di traffico internazionale con un'unica prospettiva. RFI, FFS Infrastruttura e DB Netz hanno iniziato a lavorare in questo senso, preparando un primo set di 24 tracce giornaliere per l'orario 2019, con una riduzione del 25% dei tempi di percorrenza tra Colonia e Milano.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1361

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed