Array ( [0] => 30 )

Primo piano

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Podcast K44

Normativa

Scania presenta le nuove cabine per la città


Scania si concentra sul trasporto delle merci in ambito urbano e ha progettato una nuova generazione di cabine dedicata agli operatori che salgono e scendono frequentemente dall'abitacolo per svolgere consegne o raccogliere rifiuti. Si chiama Serie L e serve una domanda specifica in continua crescita, come spiega Henrik Eng, responsabile deli prodotti Urban di Scania Trucks: "Una decina di anni fa, molti operatori si sarebbero stupiti nel vedere le cabine ad accesso ribassato anche sui veicoli con cassone ribaltabile, ora le vedremo presto all'opera anche in alcune grandi città. Numerosi i vantaggi offerti agli autisti che guidano in contesti urbani, i quali si troveranno alla stessa altezza dell'ambiente che li circonda".
Le nuove cabine Scania L sono profonde due metri e offrono tre altezze del tetto: Low (piatto), Normal e Highline. La configurazione normale ha due gradini che portano l'operatore a un piano situato a 93 centimetri da terra (valore che può cambiare secondo gli pneumatici montati), mentre la configurazione ad abbassamento automatico ha un solo gradino di 79 centimetri che porta a un piano distante 80 centimetri da terra.
Come accessorio a richiesta, Scania fornisce il City Safe Window, ossia un vetro situato nella parte inferiore della portiera del passeggero, che aumenta la visibilità in una zona normalmente considerata cieca. Questo vetro è riscaldato ed è disponibile anche sulla Serie P. Gli allestitori beneficiano di una buona carrozzabilità e l'allestimento può cominciare da una linea immaginaria che corre solamente 42 cm dietro il centro dell'assale anteriore.
La serie L è disponibile con il nuovo motore Scania da 9 litri, tarato in tre diverse potenze nella versione a diesel. Nel 2018, Scania introdurrà anche il rinnovato motore a metano 9 litri in due potenze, che sarà alimentato a gas compresso e liquido. Tutti i motori possono essere abbinati al cambio automatizzato Scania Opticruise oppure a un cambio automatico Allison.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    Questo episodio di K44 La voce del trasporto spiega che cosa si deve fare, che cosa non si deve fare e che cosa è consigliato fare nel caso un veicolo industriale sia coinvolto in un incidente di qualsiasi tipo.

Logistica

  • Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    La Guardia di Finanza di Parma ha sequestrato undici milioni di euro a due cooperative del Gruppo Taddei che operano nella logistica per evasione fiscale. Occupano quasi un migliaia di persone, tra soci e dipendenti.

Mare

  • Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Alla Camera è in corso la discussione su un emendamento al Decreto Rilancio che stabilisce con chiarezza l’impossibilità dell'autoproduzione nelle operazioni di rizzaggio e derizzaggio dei traghetti. E si scalda lo scontro tra armatori e sindacati.