Array ( [0] => 30 )

Primo piano

  • Virgin Atlantic Cargo atterra alla Malpensa

    Virgin Atlantic Cargo atterra alla Malpensa

    Virgin Atlantic Cargo avvierà da settembre 2020 due servizi settimanali tra l’aeroporto di Londra Heathrow e quello di Milano Malpensa con capacità di cinquanta tonnellate per ogni volo.

Podcast K44

Normativa

Il conto lo paga l’Actros


Il prossimo passo nella tecnologia del camion sarà il pagamento automatico di alcuni beni e servizi, come per esempio il pedaggio autostradale, l'acquisto di carburante o le operazioni di manutenzione, integrando nel sistema elettronico del veicolo l'apparecchio per il telepedaggio oppure la carta di credito. Ci sta lavorando Daimler Trucks attraverso il Truck Wallet, ossia un portafoglio digitale incorporato nel veicolo che potrà dialogare con altre macchine e avere una propria identità giuridica formalmente riconosciuta. In pratica, il veicolo potrà trasferire somme di denaro, ovviamente tramite una pre-autorizzazione a farlo fornita dall'azienda di trasporto, con altre macchine. Ogni autocarro avrà un TruckID col quale fornire una firma digitale unica per processi specifici. Questo processore fa parte del Truck Data Center, l'unità di controllo telematico centrale del nuovo Actros Mercedes-Benz.
"Con TruckID e Truck Wallet abbiamo gettato le basi per un'interazione autonoma tra camion e altre macchine, una vera e propria pietra miliare tecnologica", spiega Helge Königs, responsabile del progetto. "Il nostro obiettivo è che, in futuro, gli autocarri saranno in grado di agire per conto proprio in diversi campi di applicazione. I conducenti potranno quindi concentrarsi maggiormente sulle loro reali mansioni di guida e le imprese di trasporto beneficeranno di una significativa riduzione del lavoro amministrativo e di processi più sicuri. In questo modo è praticamente impossibile effettuare truffe con le carte carburante, in quanto oggi i criminali clonano una carta carburante e ottengono il pin inserito. Anche per quanto riguarda gli autocarri altamente automatizzati, i nostri prototipi mostrano la direzione in cui possono andare questi ulteriori sviluppi".
Il Truck Wallet può contenere contanti per i pagamenti e carte aggiuntive come carte carburante e carte fedeltà, tutto in forma digitale. Le informazioni elettroniche, che comprendono anche il contante eventualmente aggiunto, sono memorizzate direttamente nel Portafoglio autocarro e possono essere trasferite ad altri apparecchi tramite connessione Wi-Fi. Questo processo è garantito da controlli su un sistema online. Daimler Trucks sta già sperimentando questo sistema in collaborazione con altre imprese e ha già svolto con successo il primo pagamento automatico in una stazione di ricarica elettrica.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 videocast: il cronotachigrafo nel Primo Pacchetto Mobilità

    K44 videocast: il cronotachigrafo nel Primo Pacchetto Mobilità

    Tra le principali innovazioni adottate dal Primo Pacchetto Mobilità alcune riguardano il cronotachigrafo e le norme sul riposo degli autisti, che potranno cambiare l’autotrasporto internazionale in termini di costi e organizzazione. Ne parla questo episodio del videocast K44 Risponde.

Logistica

  • Prosegue la vertenza sul contributo postale

    Prosegue la vertenza sul contributo postale

    Il Tar del Lazio ha respinto gli ultimi ricorsi delle associazioni del trasporto avevano intrapreso contro l’Agenzia delle Comunicazioni e il ministero dello Sviluppo Economico sui servizi postali. Sette di loro hanno scritto alla ministra dei Trasporti.

Mare

  • Moby cerca aiuto nei fondi d’investimento

    Moby cerca aiuto nei fondi d’investimento

    Il 28 ottobre scade il termine entro cui Moby deve presentare il piano concordatario, ma è probabile un rinvio perché la compagnia marittima sta dialogando con alcuni fondi d’investimento.