Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Sinotrans al vertice delle spedizioni marittime


Un'eventuale passaggio del gruppo svizzero Panalpina nelle mani del colosso danese della logistica Dsv – che nei giorni scorsi ha lanciato un'offerta di acquisizione per oltre quattro miliardi di euro - porterebbe alla nascita di un operatore da 2,88 milioni di teu spediti via mare ogni anno. L'ultimo rapporto settimanale di Dynaliners evidenzia come questo volume di spedizioni classificherebbe Dsv al quarto posto mondiale fra gli spedizionieri che si occupano di trasporti via mare.
Al vertice della classifica figura la cinese Sinotrans che nel 2017 ha spedito 10,6 milioni di teu via mare con una crescita del 6% rispetto al 2016, seguita a lunga distanza dalla svizzera Kuehne+Nagel con 4,3 milioni di teu (+7%), dalla tedesca Dhl con 3,2 milioni di teu (+7%). Seguono poi DB Schenker (2,1 milioni di teu), Sitc Logistics (1,9 milioni di teu), Panalpina (1,5 milioni) e Dsv Air&Sea (1,39 milioni). Dynaliners, a proposito della possibile acquisizione di Panalpina, rileva come il passo successivo potrebbe essere un a scalata della nuova "Dsv allargata" da parte di una compagnia marittima come Maersk e Cma Cgm, che negli ultimi tempi hanno mostrato l'interesse a diventare fornitori globali di servizi logistici e non solo vettori marittimi.

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

  • Dall’Europa fondi per un deposito di Gnl a Napoli

    Dall’Europa fondi per un deposito di Gnl a Napoli

    Tra i progetti approvati nell’ambito del programma comunitario Connecting Europe Facility c’è anche quello che prevede la costruzione di un deposito di gas naturale liquefatto nel porto di Napoli per camion e navi, promosso da Q8ed Edison.

Mare