Array ( [0] => 10 )

Primo piano

  • Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Le rilevazioni della Iata sul trasporto aereo delle merci del 2019 mostrano che è stato il peggiore anno dal 2009, quando scoppiò la crisi macroeconomica da cui il settore è emerso lentamente. Un’eventuale ripresa quest’anno potrebbe essere ostacolata dall’epidemia di coronavirus.

Podcast K44

Normativa

Sindacati sempre preoccupati sul futuro di Moby e Tirrenia


Non si placa la tempesta su Moby e Tirrenia: il Gruppo Onorato, pur avendo per ora respinto l'assalto di alcuni Fondi non sembra rassicurare i sindacati, che già qualche settimana fa avevano espresso preoccupazione sul futuro delle due compagnie. Preoccupazione che oggi è stata ribadita dal segretario generale di Fit Cisl Liguria, Mauro Scognamillo: "Sta crescendo la preoccupazione anche a Genova per il futuro di Moby e Tirrenia: ci sono oltre trenta lavoratori amministrativi impiegati nella sede genovese che temono per il loro futuro. La situazione sta diventando sempre più critica non solo a Genova ma in tutte le città italiane dove si trovano le sedi dell'azienda. Stiamo parlando di migliaia di lavoratori tra marittimi italiani, lavoratori diretti e indiretti". A Genova lavorano cinque persone per la manutenzione di Moby e venticinque impiegati in Tirrenia.
"C'è grande incertezza su queste aziende, legata anche alle guerre intestine fra armatori allettati dalle sovvenzioni statali per le isole: sussiste davvero il rischio che tantissimi lavoratori possano trovarsi senza occupazione da un giorno all'altro", aggiunge il segretario della Fit Cisl. "L'assordante silenzio da parte della politica locale ci ha fatto lanciare il grido d'allarme affinché si possa finalmente avere un segnale di attenzione, cosa che mesi fa, per i quindici dipendenti di Tirrenia oggetto di trasferimenti a Livorno e licenziamenti, non c'è stata". Il sindacato chiede un intervento del Governo perché "i ministeri competenti oggi non hanno ancora compreso la gravità di quello che potrebbe accadere nelle prossime settimane, e dai quali non abbiamo risposte".
Il Gruppo Onorato deve affrontare anche il fronte bancario e in particolare Unicredit, che aveva accusato di essere responsabile della mancata vendita di due traghetti alla Dfds, operazione che avrebbe portato liquidità nel gruppo armatoriale. L'istituto bancario ha respinto "immediatamente e con forza" tale accusa, aggiungendo che sta valutando azioni legali per il danno subito da tali dichiarazioni. Onorato ha ribattuto affermando di avere risposto puntualmente alle richieste di documentazione da parte di Unicredit durante la procedura di vendita dei traghetti, mentre la banca non avrebbe informato la compagnia marittima di una diffida inviata dai bondholders (ossia i Fondi che hanno acquistato obbligazioni Moby).

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    Cinque sigle dell’autotrasporto chiedono un incontro al Governo per affrontare i problemi degli autotrasportatori dell’acciaio che lavorano con l’ArcelorMittal, soprattutto il ritardo dei pagamenti e la revisione delle condizioni contrattuali.

Logistica

  • Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Dopo i 107 casi di positività al coronavirus, i controlli dell’Ausl di Bologna hanno rivelato almeno diciotto persone positive che operano nella vicina piattaforma Tnt. I sindacati chiedono provvedimenti per fermare il contagio.

Mare

  • Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Il sindacato di base SiCobas ha bloccato per alcune ore l’accesso del terminal container del porto di Napoli Conateco nell’ambito di una vertenza contro il licenziamento di alcuni lavoratori. Ripercussioni anche nella viabilità cittadina.