Primo piano

  • Camion nel mirino della criminalità

    Camion nel mirino della criminalità

    Il TT Club e Bsi hanno redatto un rapporto sui furti e le rapine nel trasporto e nella logistica in tutto il mondo. Per quanto riguarda l'Europa, la gran parte degli attacchi avviene nei confronti dei veicoli industriali.

Podcast K44

Normativa

L’Ungheria acquista un pezzo del porto di Trieste


Dopo le anticipazioni dei giorni scorsi, il Governo ungherese ha compiuto un passo avanti decisivo per occupare una parte del porto di Trieste: la firma dell'accordo per acquisire da Teseco e Seastock un'area di 320mila metri quadrati nella zona Noghere, a sud-est dello scalo. È l'area dove sorgeva la raffineria Aquila, che ha una banchina con pescaggio di tredici metri, una piattaforma retrobanchina per lo stoccaggio e la movimentazione delle merci e collegata alla rete ferroviaria. Il Governo ungherese vuole investire cento milioni di euro per realizzare un terminal multipurpose dedicato al commercio estero del Paese.
L'autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale precisa in una nota che "il protocollo siglato agevolerà la risoluzione di alcune tematiche di interesse strategico per il porto di Trieste, quali ad esempio la risoluzione delle questioni relative allo stato di Sito Inquinato di interesse Nazionale (SIN) presso il Ministero dell'Ambiente, del Territorio e del Mare e la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia; la possibilità di attivare rapidamente sul sito, o su una porzione di esso, il regime di Porto Franco; il ripristino e l'adeguamento dei raccordi ferroviari pubblici esistenti con la stazione Aquilinia. Il tutto con il coinvolgimento del Comune di Muggia nella pianificazione dello sviluppo futuro dell'area".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Autotrasporto

Logistica

  • Il coronavirus è già costato almeno cinque miliardi di euro

    Il coronavirus è già costato almeno cinque miliardi di euro

    La portavoce della Commissione Europea dichiara di non avere ancora ricevuto la richiesta del Fondo di Solidarietà dall’Italia per l’emergenza coronavirus e chiede al Governo di agire immediatamente in tal senso e di creare un'unica regia per affrontare le conseguenze dell’epidemia per la logistica.

Mare