Array ( [0] => 13 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Il coronavirus ha ridotto i crimini nella logistica

Il coronavirus ha ridotto le attività criminali in tutti i Paesi dove sono state attuate misure di sospensione delle attività e di confinamento di parte della popolazione nella case, un fenomeno che ha interessato anche la filiera logistica. Lo mostrano le rilevazioni dell’associazione internazionale Transported Asset Protection Association (Tapa), secondo cui tali crimini sono calati nella regione Emea, che comprende Europa, Medio Oriente e Africa. Tenendo contro che i dati della Tapa sono parziali, perché si basano sulle dichiarazioni delle Autorità, l’associazione ha rilevato nel primo trimestre dell’anno una riduzione dell’85% dei crimini.

Nello stesso tempo, pero, la pandemia ha creato nuovi obiettivi per ladri e rapinatori. In Spagna, la polizia ha arrestato un uomo accusato di far parte di un'organizzazione che ha sottratto da una piattaforma logistica specializzata in forniture mediche due milioni di maschere facciali. Sempre in Spagna è avvenuto il furto di ben cinquanta veicoli industriali in un’impresa di autotrasporto, che poi sono stai recuperati dalla Polizia. La Tapa segnala altri casi a sei cifre, tra cui un furto di materiale sportivo nel regno Unito e il sequestro di un autoarticolato carico di telefoni cellulari in Kenya.

Sempre nell’autotrasporto si segnalano una rapina in Francia per un valore di 140mila euro, una da 120mila euro nel Regno Unito e una da 116mila euro in Germania. Nella logistica, una banda ha assalito una piattaforma in Romania. La Tapa mette in guardia per la fase successiva all’emergenza, quando i criminali potranno intensificare furti e rapine per recuperare gli introiti persi nei mesi precedenti. Inoltre, i mutamenti delle rotte causate dall’emergenza o l’uso di nuovi hub o piattaforme logistiche potrebbero favorire i reati. “Gli intasamenti che creano lunghe attese, l'allungamento della supply-chain e problemi di tracciamento aumentano i rischi per le imprese”, spiegano alla Tapa.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

  • Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Dopo l’annuncio di un nuovo piano mirato a riconvertire aree portuali e retroportuali a depositi doganali per container e merci, il Gruppo Enel ha rivelato alcuni dettagli su quali saranno in concreto le idee e le ambizioni di Enel Logistics in questa nuova area di business.

Mare