Array ( [0] => 14 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    La Svizzera proroga e aumenta i contributi per il combinato ferroviario

    Il combinato ferroviario va incentivato, almeno per un decennio ancora. E il motivo arriva da lontano. La lunga eco di Rastatt continua a farsi sentire. Il cedimento dei binari avvenuto il 12 agosto 2017 vicino alla località tedesca nella valle del Reno con la chiusura della linea per 51 giorni è solo l’esempio più eclatante dei ritardi che contraddistinguono il potenziamento dei grandi corridoi ferroviari in Germania, in questo caso quello che partendo dall’Italia, attraverso la Svizzera e i suoi tunnel di base, raggiunge il nord Europa. E proprio per questo motivo, il trasporto ferroviario, soprattutto quello combinato, non riesce ancora a essere pienamente competitivo. Ha quindi bisogno di sovvenzioni pubbliche.

    I contributi di esercizio per i trasporti intermodali attraverso la Svizzera dovevano essere sospesi alla fine del 2023. Le ferrovie, si disse, grazie ai nuovi assi di transito ad alta capacità, avrebbero potuto raggiungere l’equilibrio economico senza esigenze di ulteriori aiuti pubblici. Ma se gli itinerari internazionali sono stati adeguati in Italia e soprattutto in Svizzera che sta investendo sull’asse nord-sud qualcosa come 21 miliardi di euro, non altrettanto avviene in Germania: il completamento delle vie di accesso nord alle gallerie di base è in ritardo di almeno un decennio. Per questa ragione i contributi a favore del combinato ferroviario saranno prorogati.

    Il Consiglio federale, vale a dire il governo elvetico, aveva proposto di spostare la scadenza dal 2023 al 2026 e di destinare 84 milioni di euro. Ai primi di giugno 2020 il Parlamento svizzero ha deciso di prorogare le sovvenzioni fino al 2030 e di aumentarle a 360 milioni di euro. Rispetto agli attuali livelli, come segnala il gruppo Hupac, uno dei principali operatori intermodali in Svizzera, tuttavia, significa che le sovvenzioni saranno dimezzate. Questo sviluppo richiederà ulteriori aumenti di produttività da parte di tutti i soggetti coinvolti nella catena logistica del combinato. “Questo è un segnale importante per il mercato”, osserva Hans-Jörg Bertschi, presidente del Cda di Hupac, “perché la Svizzera continua a impegnarsi per il trasferimento modale. Le aziende coinvolte hanno pertanto la certezza che investire nel trasporto combinato è una scelta conveniente”.

    Ma l’emergenza sanitaria si è messa di traverso, si è ridotta la domanda di trasporti, l’utilizzo della capacità dei treni è in calo. “Senza contromisure adeguate, rischiamo che il trasferimento modale venga rallentato di anni”, sottolineano in Hupac che apprezzano le misure ora adottate, insieme ai bonus ferroviari previsti anche in Italia, ma questi devono essere strutturali, altrimenti “in alcuni casi non sono altro che una goccia nel mare”. La svolta ci sarà quando tutti i corridoi ferroviari europei saranno interoperabili, adatti a treni “pesanti” e lunghi fino a 750 metri e con profilo di transito senza limiti di sagoma per i trasporti intermodali. La Germania è avvertita.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

TECNICA

Alleanza tra Iveco e Plus per il camion autonomo

TECNICA

Aggancio automatico del semirimorchio di Jost

TECNICA

K44 Tecno: al volante (virtuale) del nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Boston Dynamics presenta un robot per caricare i camion

TECNICA

K44 videocast: Bruxelles prepara l’Euro VII per il diesel
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Il profilo di chi cerca lavoro nella logistica

LOGISTICA

Prosegue lo sciopero SiCobas alla FedEx

LOGISTICA

Amazon avvia apprendistato per manutenzione nella logistica

LOGISTICA

Via ai cantieri per logistica Amazon di Vicenza

LOGISTICA

Ceva lancia la divisione Forpatients per la logistica sanitaria
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Dimezzato il potenziamento della ferrovia di Capodistria

CAMIONSFERA

Camionisti scioperano nei Paesi Bassi per aumento salario

CAMIONSFERA

Parte il bando per la galleria del Verghereto sull’E45

CAMIONSFERA

Ancora ritardi nelle consegne di camion in Europa e Usa

CAMIONSFERA

Piano di sorveglianza ministeriale per le gallerie

CAMIONSFERA

K44 podcast: come funziona l’assistenza 24h dei camion

CAMIONSFERA

Assolti due dirigenti Michelin per incidente a camionista

CAMIONSFERA

Bando per formazione autisti container

CAMIONSFERA

La Francia rifinanzia e rilancia la Torino-Lione

CAMIONSFERA

Ferrovie tedesche in contropiede sulla frana del Reno

CAMIONSFERA

Il Canale di Suez sta potenziando la sicurezza della navigazione

CAMIONSFERA

Il raddoppio della ferrovia adriatica fa solo un mezzo passo

CAMIONSFERA

Progetto di nuovo canale tra Mar Rosso e Mediterraneo

CAMIONSFERA

Libera circolazione dei camion per tutto aprile

CAMIONSFERA

Campagna di controlli nell’autotrasporto animali a Pasqua
previous arrow
next arrow
Slider