Primo piano

  • Camion nel mirino della criminalità

    Camion nel mirino della criminalità

    Il TT Club e Bsi hanno redatto un rapporto sui furti e le rapine nel trasporto e nella logistica in tutto il mondo. Per quanto riguarda l'Europa, la gran parte degli attacchi avviene nei confronti dei veicoli industriali.

Podcast K44

Normativa

L’appello degli imprenditori per la SS76


La strada statale 76 della Val d'Esino (SS 76), detta anche Strada di Francesco, si snoda nei territori dell'Umbria e delle Marche, di cui costituisce uno dei principali assi viari e, insieme con la SS 318, consente il collegamento tra Ancona e Perugia. Secondo i dirigenti e segretari di Confartigianato Ancona, Pesaro e Urbino, Confartigianato Marche e Umbria e Confartigianato Trasporti Marche, il mancato completamento della tratta Fabriano-Serra San Quirico e Fabriano-Fossato di Vico crea notevoli difficoltà all'autotrasporto, e non solo.
Il rischio di ricadere in un'altra incompiuta infrastruttura italiana è molto elevato, senza dimenticare le attuali conseguenze: incidenti stradali e rallentamenti nella circolazione, soprattutto dei mezzi pesanti che sfruttano la direttrice per collegare l'Adriatico con l'Umbria e le Marche. L'appello degli imprenditori si rivolge proprio alle due Regioni affinché intervengano nei confronti di Quadrilatero Marche Umbria Spa – la società controllata daAnas. che ha gestito il progetto – e del Governo, che tramite il Cipe (Comitato interministeriale per l'approvazione economica) ha autorizzato il completamento dell'opera assicurandone la copertura economica. Però, secondo Confartigianato la situazione rimane bloccata, i lavori non riprendono e a risentirne è lo sviluppo del sistema economico umbro-marchigiano, soprattutto le zone turistiche, agricole e industriali dell'entroterra che rischiano un preoccupante isolamento.
Inoltre, in questo scenario, si inserisce la complicata situazione della società di costruzioni Astaldi. L'impresa, incaricata dei lavori sulla SS76 nel tratto fabrianese della Quadrilatero, si trova in concordato in continuità aziendale e rappresenta la vera incognita da cui può dipendere sia la realizzazione della strada statale, sia il futuro di diverse aziende (strategiche per la conclusione dei lavori) che vantano crediti per milioni di euro.

Davide Debernardi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio fonte Anas
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Autotrasporto

Logistica

  • Il coronavirus è già costato almeno cinque miliardi di euro

    Il coronavirus è già costato almeno cinque miliardi di euro

    La portavoce della Commissione Europea dichiara di non avere ancora ricevuto la richiesta del Fondo di Solidarietà dall’Italia per l’emergenza coronavirus e chiede al Governo di agire immediatamente in tal senso e di creare un'unica regia per affrontare le conseguenze dell’epidemia per la logistica.

Mare