Array ( [0] => 26 [1] => 12 )

Primo piano

Podcast K44

Cronaca

Normativa

Mare

Autotrasporto

    Rfi accelera sull’Ertms, ma i fondi per le imprese ferroviarie non bastano

    Essere i primi della classe non porta sempre e solo vantaggi, anzi si rischia di finire troppo avanti rispetto agli altri e quindi di trovarsi in una condizione sfavorevole. Questo è il prezzo che rischiano di pagare le imprese ferroviarie italiane, soprattutto merci, impegnate economicamente nell’adottare e installare il sistema di segnalamento a standard europeo Ertms/Etcs su tutta la flotta dei propri mezzi di trazione.

    Rfi, il gestore della rete ferroviaria nazionale, ha deciso di varare un piano accelerato per sostituire il sistema nazionale Scmt con lo standard europeo insieme a una veloce dismissione delle tecnologie attuali, mentre in precedenza era stata prevista l’ipotesi che i due sistemi potessero convivere per un certo periodo di tempo, spalmando quindi gli investimenti in modo più compatibile con le politiche di gestione delle imprese ferroviarie.

    L’adozione accelerata dello standard europeo offre indubbiamente un vantaggio a Rfi, perché a fronte di un maggiore investimento iniziale, si favorisce la riduzione dei costi di gestione della rete nel momento in cui tutti i segnali di linea saranno spenti e quindi dismessi con i relativi collegamenti elettrici. L’Italia da questo punto di vista si troverà a essere la prima della classe in Europa in quanto è l’unico paese che ha deciso di spingere l’acceleratore verso le nuove tecnologie.

    Nessun’altra amministrazione ferroviaria europea ha imboccato questa strada in modo estensivo, limitandosi in un primo momento a interventi su singole linee o itinerari. Per le imprese ferroviarie italiane, e in particolare per quelle che operano sui mercati europei, ci sarà dunque un vantaggio solo apparente, perché oltre a sostenere le spese per l’adozione dello standard Ertms, dovranno mantenere e manutenere i sistemi locali validi nei Paesi dove prestano servizio.

    In occasione dell’edizione 2022 del Forum Mercintreno c’è stato un vivace scambio di opinioni su questo tema che ha visto in un certo senso contrapporsi le imprese ferroviarie, compresa Mercitalia Rail, con il gestore della rete. Per favorire economicamente l’aggiornamento dei treni e dei mezzi di trazione è stato varato un piano nazionale di sostegno a beneficio delle imprese ferroviarie interessate con uno stanziamento complessivo di 300 milioni di euro.

    Ma secondo gli operatori l’aumento del costo dei materiali e la difficoltà a reperire i componenti necessari, ha portato a un incremento di spesa significativo, a tal punto che il piano di sostegno copre solo un terzo dei costi che le imprese ferroviarie devono sostenere. Anche secondo Rfi, nell’analisi proposta da Fabio Senesi, responsabile del programma nazionale Ertms, sarebbero necessari ulteriori 400 milioni di euro per completare l’attrezzaggio di tutto il parco trazione.

    Nonostante questi limiti oggettivi, il cronoprogramma di Rfi prevede tappe forzate verso la progressiva estensione del sistema, addirittura anticipando i tempi rispetto a quanto prevedono le direttive europee. L’Unione europea chiede che i sottosistemi di terra dell’Ertms siano installati su tutta rete Ten-T comunitaria e sui corridoi principali entro il 2030, mentre sul resto delle linee “comprehensive” entro il 2050.

    Rfi in base all’ultimo piano predisposto intende dismettere il sistema nazionale Scmt già a partire dal 2023 (senza sovrapposizioni temporanee tra i due standard), a mano a mano che l’Ertms andrà a equipaggiare le linee. Sarà una bella sfida per le imprese ferroviarie, soprattutto merci.
    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Aereo

Ford Trucks ha svelato la gamma di veicoli industriali F-Line al Transpotec

TECNICA

Ford Trucks ha svelato la gamma di veicoli industriali F-Line al Transpotec
Michelin Connected Fleet ha debuttato al Transpotec 2024

TECNICA

Michelin Connected Fleet ha debuttato al Transpotec 2024
K44 video | Semirimorchio portacoil robusto e flessibile di Viberti

TECNICA

K44 video | Semirimorchio portacoil robusto e flessibile di Viberti
Alleanza tra Volvo e Daimler per la digitalizzazione del camion

TECNICA

Alleanza tra Volvo e Daimler per la digitalizzazione del camion
Autotreno isotermico Ifac Inox per trasporti ad alto valore

TECNICA

Autotreno isotermico Ifac Inox per trasporti ad alto valore
previous arrow
next arrow
Fercam cresce in Asia con una filiale in India

LOGISTICA

Fercam cresce in Asia con una filiale in India
Volvo Trucks amplia la gamma di camion a biodiesel

LOGISTICA

Volvo Trucks amplia la gamma di camion a biodiesel
Proposte di GS1 Italy per migliorare la prenotazione slot dei camion

LOGISTICA

Proposte di GS1 Italy per migliorare la prenotazione slot dei camion
Bisogna prepararsi al nuovo sistema di controllo doganale dell’UE

LOGISTICA

Bisogna prepararsi al nuovo sistema di controllo doganale dell’UE
Palletways gestisce direttamente la filiale di Genova

LOGISTICA

Palletways gestisce direttamente la filiale di Genova
previous arrow
next arrow
La Finanza sequestra ad Asti sette depositi di gasolio

ENERGIE

La Finanza sequestra ad Asti sette depositi di gasolio
Finanza sequestra deposito di gasolio in azienda logistica

ENERGIE

Finanza sequestra deposito di gasolio in azienda logistica
Finanza sequestra un milione e mezzo di euro per frode nei carburanti

ENERGIE

Finanza sequestra un milione e mezzo di euro per frode nei carburanti
Operazione anticontrabbando sequestra quattro articolati

ENERGIE

Operazione anticontrabbando sequestra quattro articolati
Incidente stradale scopre un contrabbando di gasolio

ENERGIE

Incidente stradale scopre un contrabbando di gasolio
previous arrow
next arrow
Sanilog lancia una campagna gratuita per la prevenzione oncologica

SERVIZI

Sanilog lancia una campagna gratuita per la prevenzione oncologica
Un nuovo software per controllare i tempi di guida

SERVIZI

Un nuovo software per controllare i tempi di guida
Krone entra nei servizi di gestione digitale delle flotte

SERVIZI

Krone entra nei servizi di gestione digitale delle flotte
Msc sta acquisendo il Secolo XIX

SERVIZI

Msc sta acquisendo il Secolo XIX
Modalis apre una filiale in Italia per unità intermodali

SERVIZI

Modalis apre una filiale in Italia per unità intermodali
Cma Cgm investe 1,9 miliardi nell’informazione

SERVIZI

Cma Cgm investe 1,9 miliardi nell’informazione
Alleanza tra Webfleet e Bosch nella gestione delle flotte dei camion

SERVIZI

Alleanza tra Webfleet e Bosch nella gestione delle flotte dei camion
Intesa Sanpaolo finanzia una nuova gru del Gruppo Sir

SERVIZI

Intesa Sanpaolo finanzia una nuova gru del Gruppo Sir
Una nuova formazione intensiva per futuri spedizionieri

SERVIZI

Una nuova formazione intensiva per futuri spedizionieri
Un software per la gestione del Fascicolo Doganale Digitale

SERVIZI

Un software per la gestione del Fascicolo Doganale Digitale
Anche i veicoli leggeri possono pagare il pedaggio con Dkv

SERVIZI

Anche i veicoli leggeri possono pagare il pedaggio con Dkv
Psa Italy installerà il 5G nel terminal di Pra’ con Windtre

SERVIZI

Psa Italy installerà il 5G nel terminal di Pra’ con Windtre
Alleanza tra Scania e sennder sul camion elettrico

SERVIZI

Alleanza tra Scania e sennder sul camion elettrico
Sanilog si presenta in più lingue

SERVIZI

Sanilog si presenta in più lingue
Il Fondo Italiano d’Investimento entra nel Rina

SERVIZI

Il Fondo Italiano d’Investimento entra nel Rina
previous arrow
next arrow