Array ( [0] => 26 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    L’Erfa chiede di ridurre i costi della rete ferroviaria

    Se l'Europa vuole raggiungere l’obiettivo di crescita del 50% del trasporto ferroviario merci entro il 2030 e il raddoppio entro il 2050, occorre adottare misure ambiziose per far crescere il settore, sostenendo tutti gli operatori e le imprese indipendenti in modo equo e trasparente. Senza favorire quindi, in modo diretto o indiretto le società statali ex monopoliste. E per prima cosa è indispensabile che i Paesi comunitari valutino con attenzione la possibilità di ridurre le tariffe di accesso alla rete. I treni che circolano su una qualunque amministrazione ferroviaria devono infatti coprire i costi marginali, non garantire un guadagno speculativo per il gestore della rete.

    Questa richiesta che è molto più di un auspicio porta la firma dell’Erfa (European Rail Freight Association), l’associazione europea per il trasporto merci ferroviario. La riduzione delle tariffe di accesso, soprattutto dopo la difficile parentesi dell’emergenza sanitaria, resta una delle carte più importanti da giocare per dare una spinta a un settore che mostra, nonostante tutto, una certa vivacità. Lo rivela la settima relazione pubblicata dalla Commissione Europea sullo sviluppo del mercato del trasporto ferroviario merci dove si osserva come i traffici restano abbastanza stagnanti, ma è in costante crescita la quota di mercato dei nuovi operatori rispetto alle imprese storiche nazionali: nel 2018 (gli ultimi dati allora disponibili) è stata del 42% con un aumento dell’8% rispetto all’anno precedente.

    L’auspicio dell’Erfa in realtà si è già attuato in diversi Paesi. Tra i primi a prendere l’iniziativa fin dal 2019, quindi prima dell’emergenza sanitaria, è stata la Svizzera con una revisione delle tariffe su tutta la rete, anche quelle lungo l’asse ferroviario transalpino, le più onerose, con benefici stimati per le imprese di almeno 20 milioni di euro l’anno. Questa decisione è stata assunta in seguito alla riduzione dei costi della rete grazie a una gestione più efficiente e alla progressiva automazione degli apparati centrali.

    Anche la Francia, in seguito all’emergenza sanitaria ha deciso dapprima una sospensione straordinaria delle tariffe nel 2020 e quindi una loro rimodulazione con un minor gettito per il gestore di 63 milioni di euro, giustificato dalla scelta di investire per sviluppare il trasporto intermodale. Dimezzando le tariffe nel 2021, l’esecutivo francese stima di favorire l’uso della ferrovia con 20mila autocarri in meno sulle strade. Interventi analoghi sono stati adottati anche in Austria, Germania, Lussemburgo e Paesi Bassi. In controtendenza invece la scelta delle autorità della Polonia che hanno preannunciato un futuro aumento delle tariffe.

    L’auspicio del segretario generale dell'Erfa, Conor Feighan, è quello di proseguire su questa strada da parte di tutti i Paesi comunitari: “La Commissione Europea ha esteso la possibilità per gli Stati membri di rinunciare e ridurre le tariffe di accesso ai binari fino al 31 giugno 2021. Se necessario, la Commissione rimane autorizzata a prorogare questa disposizione fino al 14 aprile 2022. È essenziale che questa opportunità si attuasse attraverso misure concrete”.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • Alleanza sino-tedesca sull’idrogeno per camion

    Alleanza sino-tedesca sull’idrogeno per camion

    Bosch ha creato un joint-venture in Cina con Qingling Motors per sviluppare e costruire sistemi di celle a combustibile per i veicoli industriali. In Cina potrebbero circolare oltre un milione di camion elettrici a idrogeno entro il 2030.

Mare

TECNICA

Bruxelles studia la cybersicurezza nei veicoli autonomi

TECNICA

Alleanza tra Iveco e Plus per il camion autonomo

TECNICA

Aggancio automatico del semirimorchio di Jost

TECNICA

K44 Tecno: al volante (virtuale) del nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Boston Dynamics presenta un robot per caricare i camion
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Operazione antimafia nei trasporti e nel commercio di carburanti

LOGISTICA

Strage in magazzino FedEx d’Indianapolis

LOGISTICA

K44 podcast: come cambia l’offerta di lavoro nella logistica

LOGISTICA

Venezia vuole produrre idrogeno verde per il trasporto

LOGISTICA

Alibaba.com con Nola Business Park nel commercio elettronico
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

In Valsusa si apre lo scontro sul nuovo autoporto

CAMIONSFERA

Passo avanti in Svizzera del trasporto merce sotterraneo

CAMIONSFERA

Alleanza sino-tedesca sull’idrogeno per camion

CAMIONSFERA

Cnh sospende le trattative per la vendita d’Iveco a Faw

CAMIONSFERA

Abbattuto il diaframma della galleria Serravalle del Terzo Valico

CAMIONSFERA

Accordo tra Austria e Germania sulla ferrovia del Brennero

CAMIONSFERA

Dkv avvia il pagamento telematico in Italia

CAMIONSFERA

Bosch produrrà microprocessori per veicoli in Germania

CAMIONSFERA

Dimezzato il potenziamento della ferrovia di Capodistria

CAMIONSFERA

Camionisti scioperano nei Paesi Bassi per aumento salario

CAMIONSFERA

Parte il bando per la galleria del Verghereto sull’E45

CAMIONSFERA

Ancora ritardi nelle consegne di camion in Europa e Usa

CAMIONSFERA

Piano di sorveglianza ministeriale per le gallerie

CAMIONSFERA

K44 podcast: come funziona l’assistenza 24h dei camion

CAMIONSFERA

Assolti due dirigenti Michelin per incidente a camionista
previous arrow
next arrow
Slider